10 per una transizione più rapida

Ci sono tre discipline chiave nel triathlon: nuoto, ciclismo e corsa. Ma in realtà, si potrebbe sostenere che in realtà ce ne sono quattro, perché, senza una buona transizione graduale tra questi tre, un triatleta non può essere così efficace sul percorso.

La transizione è solitamente l’area in cui i nuovi triatleti commettono più errori. Non dimentichi esattamente come correre a metà di una gara. Ma potresti dimenticare di indossare le scarpe da ciclismo prima di uscire in bicicletta. Oppure dimentica di toglierti il ​​casco mentre esci per la corsa. E appianare i dettagli più piccoli può avere un impatto significativo sulle prestazioni fisiche e mentali.

Kristian Blummenfelt all’Ironman 70.3 World Championship di Nizza, 2019

© Kevin Sawyer/Red Bull Content Pool

“La prima cosa che voglio sottolineare è che ci sono solo due transizioni di cui devi preoccuparti in un triathlon”, dice Donna Lungaun allenatore di triathlon accreditato Ironman World.

“Inizierai con la tua muta pronta per la nuotata. Ti dirigerai quindi alla transizione 1, o T1, per cambiare dalla tua muta e attrezzatura da nuoto al tuo abbigliamento da ciclismo. Una volta terminato il ciclo, farai dirigiti verso la transizione 2 o T2. Questo è il momento in cui scenderai dalla bici e ti preparerai per la parte di corsa.

“Perché non entriamo subito in alcuni suggerimenti che ti renderanno un esperto di transizione in tempo per prepararti ai tuoi primi triathlon …”

“Non c’è niente di più angosciante dell’essere in ritardo per qualcosa. E se il tuo evento di triathlon è molto lontano da dove vivi, approfittane per un fine settimana e trova un airbnb o un hotel vicino al luogo in cui si svolge il triathlon. Questo ti aiuterà calma i nervi pre-gara e avrai maggiori probabilità di dormire il tanto necessario la notte prima. Sarai anche in un’ottima posizione per arrivare presto alla grande resa dei conti”.

I triatleti lasciano le loro biciclette al punto di transizione

Evita le code ai punti di transizione e controlla la tua bici in anticipo

© Bikenamidia.com

“Il controllo M è un controllo di sicurezza di base di tutte le parti principali di lavoro di una bicicletta, che si spostano dal mozzo anteriore all’indietro. Impara come eseguire un controllo M standard sulla tua bici prima di arrivare al giorno della gara. Esercitati facendo il controllo prima anche l’allenamento. Il segno di spunta prende il nome dal modo in cui segui la forma della lettera M durante il controllo della bici. È uno schema utile da seguire e ti aiuta a identificare rapidamente eventuali problemi con la bici. Questo è anche un ottimo modo per mettere la tua mente a proprio agio il giorno della gara”.

03

Prepara un’area di transizione in modo da poter trovare le cose anche al buio

“Prepara la tua area di transizione prima della gara in modo da poter mettere rapidamente una mano su tutto ciò di cui potresti aver bisogno. Prepara l’area in modo che la tua attrezzatura per T1 e T2 sia organizzata separatamente. Non vuoi uscire sulla bici con i corridori addosso e le clip-in sul retro sinistro al momento della transizione. Tutto dovrebbe essere disposto in una misura così familiare da poter trovare i singoli oggetti al buio. Se ti avvicini in quel modo, afferrerai la destra le cose al momento giusto, ogni volta”.

Se vedi qualcuno scendere dalla bicicletta davanti a te, prova a toglierti il ​​casco e le scarpe da corsa prima che lo facciano lui. Questa competitività rende la transizione divertente e aiuta a ottenere il meglio da te

Donnecha Long, allenatore certificato Ironman

Non ingombrare la tua transizione

La folla di partenza in attesa dell'inizio della gara.

La calma prima della tempesta…

© Graeme Murray/ Red Bull Content Pool

“Sono stato lì il giorno della gara pensando: ‘Oh, avrò bisogno di questo e quello. E oh, avrò sicuramente bisogno di questo!’ Bastano poche gare per capire di cosa hai bisogno e cosa potresti desiderare con te durante la transizione. Mantieni le cose semplici. Le uniche cose di cui hai veramente bisogno nel T1 sono il tuo casco e le scarpe da ciclismo. Le uniche cose di cui hai veramente bisogno nel T2 sono le tue scarpe da corsa, i calzini e il numero di gara. Tutto il resto può solo interferire con ciò che conta davvero. Alcune cose, come occhiali da sole e un cappello, possono aiutarti a lungo termine, ma la maggior parte degli altri accessori no. Snellisci te stesso. “

“Una volta impostata una transizione e sei soddisfatto di dove hai lasciato tutto, vai a controllare i tuoi punti di uscita e di ingresso. Tieni conto che le persone ti sorpasseranno di fretta quando si tratta di questo, e anche gli spettatori. Tu non vuoi indovinare dove si trova la tua bici dopo aver lasciato l’acqua scombussolata dalla nuotata. Né vuoi cercare l’uscita della bici una volta che hai cambiato la tua attrezzatura. Controlla l’ingresso e l’uscita della nuotata punti, i punti di uscita e rientro della bici, l’uscita di corsa e il traguardo. Sii molto chiaro dove si trova tutto e dove devi andare”.

“Con la mente a proprio agio, l’impostazione della transizione e un sacco di tempo libero, questo è il momento perfetto per un riscaldamento. Far muovere il corpo prima di una gara ha molti vantaggi oltre al semplice aumento della temperatura interna e alla preparazione del corpo per il gara.Entra alcuni tratti e fai infiammare quei muscoli”.
Una foto del pilota di rally norvegese Andreas Mikkelsen sulla sua bici da strada, con un membro della sua squadra di supporto che fa jogging al fianco.

Il pilota di rally Andreas Mikkelsen si cimenta nel triathlon

© Media di nuova generazione

“Una volta terminato il riscaldamento, è il momento di indossare la muta. Usa un po’ di lubrificante per il collo per evitare l’attrito, l’intensità tende a salire alle stelle il giorno della gara e quello che prima non era un problema ora è una piaga sensibile al collo. Mettiti lubrificante su tutte le aree chiave che devono essere lisce quando si toglie la muta: polsi e caviglie/polpacci bassi per aiutare la muta a scivolare via quando si esce dall’acqua.Mentre ti dirigi verso la transizione, prova ad abbassare la zip della muta e tirare allungare le braccia in modo che sia aderente alla vita. In questo modo sarà più facile scendere quando andrai a cambiare in T1 e salire in sella senza capire il tuo ritmo”.

“Questo potrebbe sembrare un consiglio più avanzato, ma se non hai pensato di avere un ‘buon tempo di transizione’, questo potrebbe aiutare molto. Quando esci dall’acqua, trova qualcuno che è uscito appena prima di te e cerca di superare il T1 prima di loro. Lo stesso vale per il T2. Se vedi qualcuno scendere dalla bici davanti a te, prova a toglierti il ​​casco e le scarpe da corsa prima che lo facciano. Questo elemento di competitività rende la transizione molto divertente e può aiuta a ottenere il meglio da te.”

Aspetta di essere in sella alla bici o di correre prima di fare rifornimento

Lucy Charles, IRONMAN

Lucy Charles-Barclay fa rifornimento con una lattina di Red Bull

© Brian Bielmann/Red Bull Content Pool

“Può sembrare una buona idea divorare del cibo durante la transizione, ma tutto il tuo bere e mangiare dovrebbe essere fatto mentre sei in bicicletta o corri. Non solo farlo prima fa perdere tempo, ma aumenta anche la possibilità che tu dimenticherai di fare qualcosa di importante. Non vorrai mettere in bocca l’ultimo pezzo di una barretta energetica prima di accorgerti di aver lasciato il casco dietro di te. Non avrà un sapore così buono quando corri come un pollo senza testa torna alla tua zona di transizione.”

04

Divertiti e resta amichevole

“Qualunque cosa accada durante la giornata, assicurati di divertirti. Se fai tutto con il sorriso sulle labbra, sarai sicuro di vivere una grande esperienza nel tuo primo triathlon. Lascia che quella felicità si riversi nel modo in cui tratti gli ufficiali di gara e compagni concorrenti. Non sai chi altro potrebbe fare il loro primo triathlon e un sorriso amichevole può fare molto!

Tre consigli bonus per stare al passo con il gioco

(i) Utilizzare questi suggerimenti per la transizione durante la formazione

(i) “Se stai confondendo il tuo allenamento con sessioni di mattonio anche approfittando del clima estivo per fare una sessione di nuoto all’aperto seguita da un ciclo, usa i suggerimenti di cui sopra durante l’allenamento per garantire una transizione più fluida il giorno della gara”.

(i) Non lasciare che gli errori prendano la tua mente

“Anche se questo è il tuo secondo o terzo triathlon, concediti tempo e sii paziente. Farai molti errori lungo la strada e imparerai da loro: tutto questo fa parte dell’essere un triatleta. Abbiamo tutti avuto momenti di non poter aprire la nostra muta umida quando usciamo dall’acqua perché la zip è scomparsa magicamente, o di cadere dalla nostra bici perché non riusciamo a sganciarla in tempo. Succede”.

(ii) Visitare il bagno con molto tempo prima della gara

“Quando ti riscaldi prima di una gara e ti reidrati, questo probabilmente ti farà venire voglia di usare il bagno, quindi tieni a mente dove si trova quello più vicino. Non vuoi farti cogliere all’improvviso e affrettare la partenza. Ci sono grandi code ogni mattina del giorno di gara per questo motivo, che, ancora una volta, è il motivo per cui arrivare presto può essere di enorme beneficio per la tua giornata”.

Leave a Comment