BHA non ha in programma di rivedere il divieto ai corridori stranieri con handicap di basso grado | Notizie di corse di cavalli

Edward Whitaker

” title=”Il divieto per i corridori formati all’estero con i gradi di handicap più bassi è destinato a continuare” class=”js-imageLoader” data-at-xn=”https://www.rp-assets.com/images/ news/2019/10/02/69220-medium.jpeg” data-br-n=”https://www.rp-assets.com/images/news/2019/10/02/69220-medium.jpeg” data -br-m=”https://www.rp-assets.com/images/news/2019/10/02/69220-large.jpeg” data-br-w=”https://www.rp-assets .com/images/news/2019/10/02/69220-large.jpeg” data-br-xw=”https://www.rp-assets.com/images/news/2019/10/02/69220- large.jpeg” onclick=”return false;”>

Il divieto per i corridori formati all’estero con i gradi di handicap più bassi è destinato a continuare

Edward Whitaker

Di Scott Burton

Il BHA ha insistito sul divieto per i corridori addestrati all’estero con il grado più basso di handicap sul Flat e i salti sopraelevati sono qui per rimanere fino a quando non ci sarà un cambiamento nelle circostanze nelle corse britanniche.

Solo il mese scorso, il principale allenatore irlandese Gordon Elliott ha etichettato la decisione di sostenere il divieto come “uno scherzo”, ma il capo delle operazioni del BHA Richard Wayman ha affermato che, dopo aver esaminato la questione due volte da quando è stato introdotto nel settembre 2020, il cross- body Racing Group non sarebbe stato invitato a riconsiderarlo.

Wayman ha dichiarato: “È ragionevole chiedersi se fornire un programma di handicap per cavalli addestrati all’estero di bassa valutazione offra un vantaggio netto significativo che fa qualcosa per supportare il futuro del nostro sport”.

Il BHA ha in gran parte mantenuto il suo consiglio su cosa potrebbe riservare il futuro quando la decisione di mantenere il divieto è stata annunciata per la prima volta due settimane fa.

Goff

” title=”Gordon Elliott: “Siamo stati puniti solo perché veniamo dall’Irlanda”” class=”js-imageLoader” data-at-xn=”https://www.rp-assets.com/ images/news/2022/04/28/108746-medium.jpeg” data-br-n=”https://www.rp-assets.com/images/news/2022/04/28/108746-medium.jpeg ” data-br-m=”https://www.rp-assets.com/images/news/2022/04/28/108746-large.jpeg” data-br-w=”https://www.rp- -assets.com/images/news/2022/04/28/108746-large.jpeg” data-br-xw=”https://www.rp-assets.com/images/news/2022/04/28/ 108746-large.jpeg” onclick=”return false;”>
Gordon Elliott:

Gordon Elliott: “Siamo puniti solo perché veniamo dall’Irlanda”

Goff

Ma l’autorità ha ora fornito dati statistici che sostiene supportano il suo punto di vista, sostenendo che gli handicap di basso grado sono l’area meno preoccupante del libro del programma in termini di dimensioni del campo; che il tasso di successo dei cavalli addestrati all’estero in tali razze era sproporzionato; e che servivano una parte della popolazione equestre britannica che, lungi dall’essere in declino, era sotto pressione per essere eliminata da concorsi adeguati.

Wayman ha riconosciuto i problemi in corso che le corse britanniche devono affrontare con dimensioni ridotte del campo, ma ha detto dei dati: “I nostri handicap di classe inferiore generalmente forniscono già campi competitivi.
riconoscere che ci sono periodi dell’anno, in particolare l’estate, in cui le dimensioni del campo a tutti i livelli sono sotto pressione, gli handicap di Classe 5 e 6 forniscono costantemente una media più alta del campo
dimensioni e tassi di guasto inferiori [ie races with five or fewer runners] rispetto al resto del programma di gara”.

Mentre le classi 5 e 6 hanno handicap in media 9,47 corridori sul piatto rispetto a 8,9 nell’intero programma, c’è una disparità molto maggiore sui salti.

Gli ostacoli di classe 5 con handicap hanno una media di più di due corridori in più per gara se piazzati contro tutte le gare a ostacoli (10,61 corridori contro 8,47), mentre gli inseguimenti di classe 5 vantano anche un notevole vantaggio rispetto a tutte le gare su recinzioni (8,43 corridori contro 6,84).

Lo stesso set di dati, che si estende tra luglio 2021 e giugno 2022, dimostra che solo l’1,7% degli ostacoli con handicap di basso grado ha attirato il temuto tag “fallito”, con cinque o meno corridori che compromettono la gamma di scommesse che possono essere offerte. Al contrario, quasi una corsa a ostacoli su cinque (18,1%) rientrava nella categoria dei falliti.

Forse non sorprende che un settore così ben supportato del programma razziale soffra di un alto tasso di iscrizioni in eccesso e quindi corre il rischio di essere votato.

Il 58% di tutti i cavalli a cui è stata negata una corsa in tali circostanze erano nelle ultime due classi di handicap piatti e nel gradino più basso della piramide del salto.

Wayman ha indicato il cambiamento dell’equilibrio della popolazione di cavalli in Gran Bretagna come un fattore, con un calo del 3% del numero complessivo di cavalli in addestramento dal 2019. Ha detto: “Il numero di cavalli con rating inferiore è cresciuto e ora costituiscono un quota maggiore della popolazione equina rispetto al passato.

” title=”Richard Wayman non ha intenzione di chiedere al Racing Group di rivedere il divieto per i corridori formati all’estero nella categoria più bassa di handicap britannici” class=”js-imageLoader” data-at-xn=”https://www .rp-assets.com/images/news/2020/05/06/78287-medium.jpeg” data-br-n=”https://www.rp-assets.com/images/news/2020/05/ 06/78287-medium.jpeg” data-br-m=”https://www.rp-assets.com/images/news/2020/05/06/78287-large.jpeg” data-br-w=” https://www.rp-assets.com/images/news/2020/05/06/78287-large.jpeg” data-br-xw=”https://www.rp-assets.com/images/news /2020/05/06/78287-large.jpeg” onclick=”return false;”>
Richard Wayman non ha intenzione di chiedere al Racing Group di rivedere il divieto per i corridori formati all'estero nella categoria più bassa di handicap britannici

Richard Wayman non ha intenzione di chiedere al Racing Group di rivedere il divieto per i corridori formati all’estero nella categoria più bassa di handicap britannici

“Ad esempio, nel giugno 2022, 2.773 [or 26.6 per cent] dei cavalli piatti in addestramento sono stati valutati 70 o meno. A giugno 2015, lo stesso gruppo di cavalli ammontava a 2.214 e rappresentava solo il 21,8 per cento della popolazione Flat”.

Probabilmente la parte più controversa dell’argomento originale del BHA è quella che riteneva fosse il tasso sproporzionato con cui i cavalli addestrati all’estero (in modo schiacciante quelli provenienti dall’Irlanda) hanno vinto al livello più basso delle corse britanniche.

Il BHA ha pubblicato valutazioni dettagliate del valore di impatto di ciascun settore del programma di razza risalenti al 2012, che sostiene forniscono una prova chiara che i cavalli addestrati in Irlanda all’estremità inferiore della scala hanno superato i punteggi assegnati.

Segmentando gli ostacoli di handicap di basso grado nelle fasce di valutazione di 5 libbre, le cifre mostrano che otto tipi di gara vantavano un tasso di successo ben al di sopra del valore di impatto previsto, un modello ripetuto negli inseguimenti con handicap.

GROSSICK RACING

” title=”Perth è stata un felice terreno di caccia per gli allenatori irlandesi, guidati da Gordon Elliott” class=”js-imageLoader” data-at-xn=”https://www.rp-assets.com/images/news/ 2021/02/14/88365-medium.jpeg” data-br-n=”https://www.rp-assets.com/images/news/2021/02/14/88365-medium.jpeg” data-br -m=”https://www.rp-assets.com/images/news/2021/02/14/88365-large.jpeg” data-br-w=”https://www.rp-assets.com /images/news/2021/02/14/88365-large.jpeg” data-br-xw=”https://www.rp-assets.com/images/news/2021/02/14/88365-large. jpeg” onclick=”return false;”>
Perth è stata un felice terreno di caccia per gli allenatori irlandesi, guidati da Gordon Elliott

Perth è stata un felice terreno di caccia per gli allenatori irlandesi, guidati da Gordon Elliott

GROSSICK RACING

Leave a Comment