Come Michael Schumacher “piange” quando vede cose belle e guarda le gare di F1 con gli amici a casa

MICHAEL Schumacher non è stato visto né sentito per quasi nove anni con totale segretezza sulla sua salute.

Ma alcuni indizi chiave sono stati suggeriti dai suoi amici e dalla sua famiglia che offrono una fugace visione della vita della solitaria leggenda della F1.

3

Michael Schumacher non si vede né si sente dal 2013Credito: EPA

Schumacher ha subito una lesione cerebrale traumatica mentre sciava sulle Alpi con suo figlio Mick nel 2013.

È stato lasciato in coma farmacologico prima di essere rilasciato a casa e da allora è stato quasi il silenzio sulle condizioni del conducente.

La sua famiglia, guidata dalla moglie Corinna, protegge strettamente la privacy di Michael e gli offre una vita tranquilla.

Ai fan, tuttavia, sono stati offerti alcuni piccoli scorci nel mondo del sette volte campione del mondo.

La
Come la famiglia di Schumacher ha cercato di nascondere la foto da 1 milione di sterline della leggenda della F1 trapelata da un

E questo include rivelazioni che piange per le cose belle e guarda le gare di F1 con uno dei suoi amici più grandi.

La moglie di Michael non ha mai fornito un aggiornamento definitivo sul suo stato di salute, ma nel documentario di Netflix Schumacher ha semplicemente detto che era “diverso”.

Jean Todt solo la scorsa settimana ha parlato di come ama ancora guardare il Gran Premio con Michael.

Il figlio del campione, Mick, sta ora correndo in questo sport con il team Haas, con il 23enne che non ha mai commentato la salute di suo padre, ma ha detto che avrebbe “rinunciato a tutto” per parlare con lui della F1.

Todt e Schumacher sono amici da anni, con il francese 76enne che è stato una parte fondamentale del team Ferrari che ha visto il tedesco vincere cinque titoli mondiali dal 2000 al 2004.

È considerato uno dei pochi amici di Michael dai tempi delle corse a cui è permesso vederlo, venendo a trovarlo due volte al mese.

E si dice che sia stato un visitatore abituale al capezzale del pilota Ferrari e Mercedes dopo il suo incidente sugli sci, con il campione di F1 Niki Lauda che ha descritto la coppia come “un’amicizia profonda e rispettosa”.

“Non mi manca Michael, lo vedo. Sì, è vero, guardo le gare con Michael”, ha detto Todt al canale televisivo tedesco RTL.

“Ma certo, immagino che quello che mi manca sia quello che facevamo insieme.”

L’ex presidente della Fia ha detto in precedenza come “spera che il mondo” possa rivedere il suo caro amico, rivelando che Schumacher “non è mai cambiato”.

Ha continuato: “Non lo lascio solo. Lui, Corinna, la famiglia, abbiamo fatto tante esperienze insieme.

“La bellezza di ciò che abbiamo vissuto è parte di noi e va avanti.

“A volte il successo e il denaro ti cambiano. Ma Michael non è mai cambiato. È così forte.”

‘MICHAEL NON È MAI CAMBIATO’

Nel frattempo, fonti – descritte come “parenti stretti” – hanno affermato sulla rivista francese Paris Match nel 2018 che Schumacher piange quando vede la bellezza naturale.

Hanno detto: “Quando lo metti sulla sua sedia a rotelle di fronte al bellissimo panorama delle montagne che si affacciano sul lago, Michael a volte piange”.

I due membri della famiglia che “lo visitano spesso” hanno detto che è stato molto incoraggiante che Schumacher mostri ancora emozioni.

È stato anche riferito nel 2015 che Schumacher piange quando sente le voci di sua moglie Corinna e dei bambini, Gina-Maria e Mick.

Il quotidiano italiano Corriere della Serra afferma che Schumacher si commuove fino alle lacrime quando sente suoni familiari, come sua moglie e i suoi figli o persino i suoi amati cani.

“Schumi piange. E talvolta misteriosamente”, riportava il giornale.

“Piange quando sente i suoi figli, la voce di sua moglie, i suoi cani. Nel silenzio di quella stanza, una lacrima scorre sul suo viso magro a un suono noto.

“C’è la vita, racchiusa in una goccia; c’è la forza di un uomo che si commuove e che commuove ciascuno di noi.

“Abbiamo le sue lacrime, i suoi sensi scoperti”.

Michael Schumacher è sempre stato amico intimo di Jean Todt

3

Michael Schumacher è sempre stato amico intimo di Jean TodtCredito: EPA

E nel frattempo, nel 2014, il collega pilota di F1 Philippe Streiff ha affermato che a poco più di un anno dall’incidente Schumacher poteva riconoscere amici e familiari, ma non poteva parlare.

Streiff, rimasto tetraplegico a causa di un incidente nel 1989, ha detto a Le Parisien Schumacher che “cominciava comunque a riconoscere le persone a lui vicine”.

Ha affermato di aver ottenuto le sue informazioni dalla moglie di Schumacher e dal suo chirurgo, ma la manager di lunga data di Michael, Sabine Kehm, ha negato che la famiglia avesse contatti con Streiff.

I commenti criptici dell’ex capo della Ferrari di Schumacher Luca di Montezemolo nel febbraio 2016 hanno acceso ulteriori speculazioni sulle condizioni del pilota.

Ha detto ai giornalisti: “Ho delle notizie e purtroppo non sono buone. La vita è strana”.

E in un raro aggiornamento ufficiale, l’avvocato di Schumacher, Felix Damm, ha detto a un tribunale tedesco che il suo cliente “non può camminare” come parte di una causa contro la rivista Die Bunte.

Sente che le persone amorevoli sono intorno a lui, si prendono cura di lui e, grazie a Dio, tengono lontano il pubblico eccessivamente curioso

Georg Ganswein

Ha detto: “Michael non può nemmeno stare in piedi con l’aiuto dei suoi terapisti speciali.

“Non posso fare altri commenti sulla situazione di salute di Michael”.

Die Bunte aveva affermato che Schumacher era in grado di prendere provvedimenti e alzare un braccio mesi prima, cosa che è stata confutata da Kehm.

Anche l’arcivescovo tedesco Georg Ganswein ha offerto suggerimenti sulla salute di Michael mentre ha rivelato una visita emotiva per vedere il 91 volte vincitore della gara nel 2016.

Ha detto che anche se la faccia di Schumacher è “diventata un po’ più piena”, il pilota da record ha ancora lo stesso aspetto di quando è stato visto l’ultima volta dai suoi milioni di fan.

“Mi sono seduto di fronte a lui, gli ho preso entrambe le mani e l’ho guardato”, ha detto il 62enne – che è uno dei consiglieri chiave di papa Francesco – secondo il quotidiano tedesco Bild.

Michael Schumacher è considerato uno dei più grandi piloti di F1 di tutti i tempi

3

Michael Schumacher è considerato uno dei più grandi piloti di F1 di tutti i tempiCredito: Getty Images – Getty

“Sente che le persone amorevoli sono intorno a lui, si prendono cura di lui e, grazie a Dio, tengono lontano il pubblico eccessivamente curioso”.

E in un promettente commento, il controverso boss della F1 Bernie Ecclestone ha lasciato intendere che Michael potrebbe tornare ancora una volta alla ribalta.

Ha detto: “Non è con noi in questo momento.

“Ma quando starà meglio, risponderà a tutte le domande.”

E tutti questi suggerimenti e osservazioni criptiche arrivano mentre un vuoto di informazioni alimenta le voci che turbinano sulla sua salute.

Ma le uniche persone che lo sanno per certo sono la famiglia di Schumacher e i suoi amici più stretti.

Corinna è scoppiata in lacrime mercoledì scorso quando suo marito è stato insignito del Premio di Stato della Renania settentrionale-Vestfalia.

E si dice che la famiglia si stia preparando per iniziare a trascorrere i mesi invernali in una proprietà a Maiorca, avendo “grandi progetti” per la loro “nuova vita”.

Michael è uno dei più grandi piloti di F1 di tutti i tempi, dominando lo sport nei primi anni 2000 dopo essere salito al potere negli anni ’90.

Ha corso dal 1991 al 2006 e di nuovo dal 2010 al 2012, un secondo atto della sua carriera che lo ha visto diventare determinante nella creazione del team Mercedes dominante di Lewis Hamilton.

Il tedesco ha vinto cinque mondiali con la Ferrari e due con la Benetton.

Schumacher si è ritirato nel 2012, ma solo un anno dopo è stato coinvolto in un incidente sugli sci che gli ha cambiato la vita mentre era sulle piste con Mick.

E nel frattempo, l’ex manager di Schumacher, Willi Weber, ha accusato la famiglia della star di aver mentito sulle sue condizioni.

L’80enne si è detto ancora “arrabbiato” per il fatto che la covata non lo abbia aggiornato sulla salute dell’icona della F1 dal suo incidente sugli sci nove anni fa.

La Francia elimina TUTTE le restrizioni Covid per gli inglesi durante l'aumento delle vacanze estive
Le mamme si scatenano per l'ultima gamma della signora Hinch per Tesco con prezzi a partire da £ 12

Ha colpito sia Corinna che Jean Todt, dicendo: “Mi hanno tenuto fuori, dicendomi che è troppo presto, beh ora è troppo tardi”.

Weber inizialmente capì la necessità del segreto da parte della famiglia Schumacher ma che da quando è uscito dall’ospedale “abbiamo sentito solo bugie da loro”.

Leave a Comment