Domande frequenti tecniche Zinn: Seduta su tubo orizzontale in carbonio, sicurezza dell’asse passante, pendenze in salita

“], “filter”: { “nextExceptions”: “img, blockquote, div”, “nextContainsExceptions”: “img, blockquote”} }”>

Non perdere un momento dalla Parigi-Roubaix e Unbound Gravel, al Giro d’Italia, Tour de France, Vuelta a España e tutto il resto quando tu >”,”name”:”in-content-cta”, “type”:”link”}}”>unisciti a Outside+.

Hai una domanda per Lennard? Inviaci un’e-mail a veloqna@comcast.net per essere incluso nelle FAQ tecniche.

Caro Lennard,

Seguace di lunga data / scrittore per la prima volta, quindi ecco la mia domanda:

Sappiamo tutti che non si fissano mai i tubi di un telaio in carbonio su un supporto per bici, ma qual è la posizione dei produttori di biciclette con i ciclisti seduti sui loro tubi superiori in carbonio?

Se vai in giro per il tuo club locale, ti fermi al semaforo rosso o addirittura guardi alcuni motociclisti dopo una gara mentre chiacchierano, scoprirai che molti sono seduti sui loro glutei sui tubi superiori delle loro bici in carbonio….

Le menti indagatrici vorrebbero sapere.

-John

Caro John,

Questa è un’ottima domanda. In effetti, anche la mia mente indagatrice vorrebbe saperlo. Quindi, ho rivolto la domanda ad alcuni produttori di telai in carbonio e a un paio di aziende che riparano telai in carbonio e ho ottenuto un’ampia varietà di risposte. Si scopre che non c’è un accordo universale sul fatto che sia giusto sedersi sul tubo orizzontale in carbonio. È fantastico che tu ne abbia parlato.

Ecco cosa ha da dire a riguardo Chris Cocalis, fondatore e CEO di Pivot Cycles:

“A meno che non abbiano qualcosa di affilato in tasca che potrebbe danneggiare un tubo sottile, non dovrebbero esserci problemi a sedersi sul tubo superiore. Il problema è la pressione altamente concentrata. Anche se hai dei panini d’acciaio, questo non dovrebbe essere un problema, anche sui telai da strada più leggeri 😊.

Se è ancora preoccupato, digli di procurarsi un camoscio più carino per dare al tubo orizzontale un po’ di imbottitura in più.

Chris Cocalis CEO, fondatore
www.pivotcycles.com

Da Brady Kappius, fondatore di Broken Carbon (attività di riparazione del carbonio):

“Questo è qualcosa che consigliamo vivamente di non fare, soprattutto sulle bici da strada. Le forze di seduta superano l’entità e la direzione delle forze che il tubo orizzontale vede durante le normali condizioni di guida e possono causare danni. Lo vediamo abbastanza spesso. Alcuni produttori hanno persino decalcomanie sui nuovi telai che dicono di non sedersi. I tubi superiori più leggeri del telaio da strada si flettono facilmente con la semplice pressione di una mano! Il loro spessore della parete è vicino a solo 1 mm.

Brady Kappius

Fondatore

www.brokencarbon.com

Da Craig Calfee, fondatore e CEO di Calfee Design, che si occupa sia della produzione di telai che di componenti, nonché della riparazione del carbonio:

“Sedersi sul tubo orizzontale è un comportamento normale per i ciclisti. Ma abbiamo avuto alcuni telai in riparazione da diversi produttori in cui il tubo orizzontale si è rotto dopo che il pilota si è seduto sul tubo orizzontale. E questi non erano coperti dalla garanzia del produttore. Ricordo che anche questi avevano tubi superiori ovali, che non avrebbero funzionato bene con un carico di compressione sul lato piatto dell’ovale.

Craig Calfee
Calfee Design, Inc.
www.calfeedesign.com

Da Ryan Cannizzaro, fondatore di Alchemy Bikes:

“Sebbene il tubo orizzontale non sia costruito per essere un sedile, è abbastanza robusto su cui sedersi. Anche se va oltre il normale utilizzo del tubo orizzontale.

Ryan Cannizzaro, Fondatore

Biciclette Alchemiche

www.alchemybikes.com

Da Mark Schroeder, Direttore tecnico di Specialized (che dirige anche il laboratorio di test di Specialized):

“Specialized non ha riscontrato alcun problema con i motociclisti seduti sul tubo orizzontale del telaio.

Tuttavia, siamo completamente d’accordo sul fatto che in nessun caso un tubo del telaio dovrebbe essere bloccato su un supporto da lavoro!

Mark Schroeder

Direttore di ingegneria

Specializzato

https://www.specialized.com/us/en

Quindi, ecco qua. Lungi dall’essere un accordo universale su questo. Penso che il punto sia che, se puoi evitare di sederti sul tubo orizzontale in carbonio, fallo. E se si tratta di un telaio da strada in carbonio superleggero con tubo orizzontale ovale, è ancora più importante evitarlo. La mia ipotesi è che i telai per mountain bike in carbonio, in particolare quelli con un supporto antiurto al centro del tubo orizzontale, abbiano tubi superiori sufficientemente rinforzati da non preoccuparsi di sedersi sui loro tubi superiori.

–Lennard

Caro Lennard,

Ho visto la domanda di Richard sugli assi passanti e volevo menzionare che ho sicuramente visto gli assi passanti allentarsi almeno sulle mountain bike. Penso che questo sia un problema abbastanza comune, poiché altri con cui ho parlato hanno avuto problemi simili al punto che controllare il gioco delle ruote è diventata per noi una routine pre-ride standard. Forse questo non accadrà mai se serrato correttamente, ma come dici tu, a volte è necessario montare una ruota e non avere accesso a una chiave dinamometrica. Come hai detto, hanno bisogno di un bel po’ di coppia e sono tipicamente in alluminio, quindi mi sento come se stessi per togliere la testa del bullone ogni volta che raggiungo la coppia richiesta. Non so nemmeno se sarei in grado di applicare> 12 nm usando un multi strumento sulla strada.

Questi sono abbastanza diversi da come funzionano gli assi a sgancio rapido, perché non hanno una camma, che penso sia ciò a cui Richard stava arrivando. Ci sono perni passanti in stile cam, che personalmente preferisco di gran lunga al normale stile imbullonato. Il numero di diversi stili di asse rende molto difficile capire cosa si adatta alla tua bici, quindi sfortunatamente non è facile cambiare l’asse.

– JP

Caro Lennard,
Basta leggere la tua risposta su assi e ho dovuto rispondere. Ho continui problemi con gli assi anteriori e posteriori (per lo più posteriori) che vibrano liberamente sulla mia MTB specializzata. Controllo e stringo prima di ogni giro e continuo ad allentare l’asse posteriore durante un giro. Ho dovuto usare il frenafiletti per impedirgli di lavorare. Non ho mai avuto problemi con i vecchi assi e non mi sono piaciuti gli assi passanti sia per questo problema che per la rimozione della ruota per trasportare la bici.
– Dave

Cari Dave e JP,

Questa è una sorpresa per me. Anche se controllo i miei assi passanti prima di quasi ogni giro, non ho mai trovato che si siano allentati. Mi chiedo quale sia la differenza… Grazie per avercelo fatto sapere.

–Lennard

Caro Lennard,

Per quanto riguarda la domanda del 24 maggio sullo sforzo percepito nel salire due colline con dislivelli medi che sembravano essere gli stessi, ho una potenziale spiegazione. L’utilizzo di un ciclocomputer basato su GPS (Garmin) può riportare solo il grado % sull’intero più vicino %. Ciò lascia la possibilità che una pendenza del 6,51% e del 7,49% sia indicata come 7% sull’unità principale, nonostante la differenza sia praticamente dell’1%, il che sarebbe sufficiente per percepire sforzi diversi. Se viene utilizzata un’applicazione di tracciamento come Strava e la collina è un segmento, la pendenza media può essere calcolata dividendo l’elevazione guadagnata per la distanza percorsa in piedi x 100.

Un altro fattore potrebbe essere la direzione del vento e, su brevi colline, la velocità in fondo alla collina all’inizio della salita.

–Tim


Lennard Zinn, il nostro redattore tecnico di lunga data, è entrato in VeloNews nel 1987. È anche un costruttore di telai personalizzati e fornitore di biciclette enormi non personalizzate , un ex corridore della nazionale statunitense, coautore di “Il cuore in bilico” e autore di molti libri sulla bicicletta tra cui “Zinn e l’arte della manutenzione della bici da strada,” “DVDDi più “Zinn e l’arte delle biciclette da triathlon” e “Zinn’s Cycling Primer: consigli per la manutenzione e sviluppo delle abilità per i ciclisti.”

Ha conseguito una laurea in fisica presso il Colorado College.

Seguire @lennardzinn

Leave a Comment