Gli aspetti positivi in ​​mezzo a un cupo TT dell’Isola di Man del 2022

Il boss dell’Isola di Man TT Paul Phillips afferma che ci sono importanti aspetti positivi da trarre dalla prima edizione di quest’anno dello storico evento in tre anni, anche se sono oscurati da quella che è stata un’edizione particolarmente straziante dello storico evento.

Segnato da incidenti che hanno visto la morte di cinque concorrenti, significa giustamente che l’attenzione nell’immediato dopo non è stata sulla serie di miglioramenti implementati durante i due anni di pausa COVID nella corsa, ma, con miglioramenti della sicurezza tra i significativi modifiche apportate, il Manxman ha dichiarato a The Race in un’intervista esclusiva di aver intrapreso un percorso che renderà la gara più sicura e sostenibile in futuro.

Parlando subito dopo la conclusione dell’evento di due settimane con il Senior TT di sabato, Phillips ha ammesso che anche per gli standard precedenti, l’evento di quest’anno è stato difficile per lui e il suo team poiché hanno gestito non solo gravi incidenti di gara ma una serie di altri fattori unici al TT che vanno dal tempo che riorganizza il programma alle sessioni contrassegnate con bandiera rossa a causa dello scoppio della rete idrica in pista.

“È un modo frustrante per guadagnarsi da vivere”, ha ammesso il dipendente del governo di Manx, “lavorare in una situazione in cui ciò può accadere. Ho solo bisogno di un po’ di tempo lontano da questo ora, per schiarirmi le idee, pensare a tutto e assorbirlo. Sento decisamente, come nessun altro TT su cui ho lavorato, di aver bisogno di un po’ di spazio. Non mi è piaciuto lavorarci su, e volevo davvero farlo.

“Non volevo godermi l’evento, perché se organizzi un evento non dovresti godertelo, ma volevo divertirmi a lavorarci. Ma è stato solo troppo intenso. Non intendo nemmeno dal punto in cui abbiamo avuto gli incidenti, l’intera faccenda è stata troppo intensa, senza un momento di pace o tregua per oltre un mese.

“Non vedo l’ora di riposarmi un po’, mangiare del cibo che non sia carboidrati altamente trasformati e passare un po’ di tempo con la mia famiglia che non vedo da così tanto tempo.

“Sembra che mi stia un po’ lamentando, ma così tante altre persone sono nella stessa posizione, e la cosa su cui non riesco proprio a capire è quante persone coinvolte in questo evento sono volontarie, ricoprendo ruoli davvero importanti e sono sulla stessa barca”.

E in questo sta una delle cose che rende il TT forse unico tra gli eventi di sport motoristici su larga scala. Ancora molto uno sport amatoriale che si basa sui volontari che prendono tempo dal loro lavoro quotidiano, significa che il tributo del duro evento non si concentra solo su persone come Phillips il cui lavoro a tempo pieno è organizzare l’evento.

“C’è una signora di nome Brenda che lavora con i team e le famiglie dei piloti che sono rimasti feriti o coinvolti in incidenti”, ha aggiunto. “Era il suo primo anno quest’anno e ha dovuto affrontare tutti quegli incidenti importanti. È una volontaria, e che donna assolutamente straordinaria. Non posso iniziare a spiegarlo; è calma, ha così tanta empatia, è assolutamente fantastica.

“E questo è solo un esempio di molte persone come lei che si uniscono. Non conosco un altro evento che abbia questo, che possa riunire persone così.

04 06 2022 Tony Goldsmith 149

“Ho incontrato medici e paramedici che hanno dovuto affrontare alcune cose davvero impegnative, e lo fanno con grande professionalità. È davvero deludente quando le persone iniziano a criticare l’organizzazione e alcune delle decisioni prese da essa quando alla fine criticano queste persone che sono A, volontarie e B, in molti casi di prim’ordine in quello che stanno facendo.

“Devono vedere e affrontare cose che io e te non avremmo mai dovuto fare, e mi prende davvero la testa quando potrebbero pensare che mi stiano criticando, ma non sto prendendo quelle decisioni. Non sto correndo la gara o prendendo decisioni sul posto. Queste persone lo sono, e da quello che vedo, prendono quasi sempre anche la decisione giusta. Ci saranno sempre una serie di fattori che il ragazzo o la ragazza sui social media non comprendono appieno, ma questa è la vita.

Ma mentre il duro tributo dell’evento ne è l’immediato seguito, c’è un sacco di Phillips e del suo team di funzionari di cui essere tranquillamente contenti e ottimisti dopo quello che in precedenza ha descritto alla gara come “i più grandi cambiamenti mai fatti” a il TT nei suoi 115 anni di storia.

Portando per la prima volta la copertura televisiva in diretta, aumentando il pubblico, la portata e il coinvolgimento dei fan e portando con successo migliaia di visitatori all’Isola di Man dopo gli anni magri della pandemia, afferma che da quel lato delle cose, il 2022 è stato un successo per molti modi.

“Prima di tutto, riavere l’evento dopo tre anni è qualcosa che non dovremmo sottovalutare”, ha sottolineato. “Forse fino alla prima sessione di qualifiche c’era forse qualcuno che pensava che non sarebbe successo. Non molto tempo fa, la gente non era sicura, ed è stato bello vedere gente qui.

0r0a2042

“Aneddoticamente, la gente ha detto che si sentiva molto impegnato tutto il tempo, in tutta l’isola e fin dall’inizio, il che è fantastico. Il settore dell’economia dei visitatori e dell’ospitalità aveva davvero bisogno che l’evento tornasse.

“Abbiamo lanciato molte nuove iniziative perché vogliamo assicurarci che il TT sia l’evento di sport motoristici più accessibile al mondo e gli abbiamo fornito un accesso molto conveniente. La trasmissione in diretta, che abbiamo consegnato per la prima volta, ha avuto circa 40 ore di copertura in diretta con alcuni problemi tecnici all’inizio, ma solo una piccola parte di quelle 40 ore è stata influenzata. Abbiamo consegnato oltre le aspettative con esso, con feedback universalmente positivo.

“Abbiamo anche dimostrato che la cosa ha un enorme potenziale per il futuro in termini di pubblico e, grazie a questo e all’altro lavoro che stiamo facendo, stiamo aumentando il pubblico a un ritmo ridicolmente acuto, il che è fantastico perché il TT ne ha bisogno. Credo che la crescita del pubblico sia molto varia, puoi vederlo all’evento stesso. Tutto il lavoro sui contenuti e l’attenzione al pubblico sono davvero importanti”.

Tuttavia, mentre la copertura televisiva è stata, a prima vista, un enorme successo, anche l’evento rinnovato per i presenti sembrava essere un successo, con un nuovo parco dei fan accanto alla tribuna del TT e il traguardo di partenza un elemento chiave del visione in fase di attuazione nel 2022 e oltre.

“Abbiamo consegnato il nostro parco dei fan per la prima volta e ancora una volta è stato davvero il benvenuto”, ha spiegato Phillips. “Gratuito, un sacco di intrattenimento, solo un bel posto dove stare. La visione del fan park è nella mia mente da quando ho iniziato a lavorare al TT. È sempre stata l’idea di Henman Hill ma sulla velocità!

  E2a5636

“Il momento clou è stato portare i piloti fuori dal podio, ricoperti di sudore e champagne e volare dritti lì per incontrare i fan. Nessun altro sport può offrire questo, e speriamo di poter continuare a farlo fino a quando non si trasformeranno in rock star troppo grandi per volerlo! Ma a tutti loro è piaciuto molto, l’interazione con i fan, ed è quello che vogliamo che sia il nostro USP. Vogliamo portare lo sport ai tifosi come nessun altro sport può fare.

“Ci sono tutte le diverse sfumature di cui le persone non saranno entusiaste di cui siamo ancora così contenti, come le modifiche al regolamento. Tutto ciò sta funzionando ed è una grande frustrazione che tutte le cose che abbiamo fatto funzionino e funzionino bene, ma ci sono questioni che sono al di fuori del nostro controllo diretto che hanno un impatto significativo sul successo o meno dell’evento”.

Allora, qual è il prossimo? Anche se c’è ancora molto lavoro da fare mentre continua a eseguire un piano settennale sostenuto dal governo dell’Isola di Man per rivitalizzare la corsa e allo stesso tempo lavorare duramente per renderla più sicura, il prossimo passo dei piani arriverà solo dopo ha avuto la possibilità di prendere una pausa e riflettere su una corsa unica di una gara unica.

“È un tale cliché, ma non c’è nient’altro come il TT”, ha detto il locale Manx. “Ci sono altre cose del genere, ma niente di simile. La fine del Senior TT è stata divertente; Ero con Jennie Gow e Andrew Colley, che hanno lavorato per la prima volta nel nostro team di trasmissione.

“Il Senior TT è andato via con successo, c’era molto sollievo per il fatto che fosse andato in sicurezza ed è stata una gara spettacolare. Stavo conversando con questi giornalisti veterani del motorsport e stavano lottando per trovare le parole per descrivere l’emozione che hanno provato per l’evento.

“Stavano cercando di spiegarmi quali fossero le loro emozioni e sapevo cosa stavano cercando di dire, ma non sono mai riuscito a spiegarlo. E l’ho trovato piuttosto affascinante. È estenuante. Ho parlato con persone coinvolte che non sono coinvolte nello svolgimento della gara – giornalisti, persone che vendono cose in tribuna o altro, e sono tutte esauste.

“È come una lavatrice, senza nessun altro mondo al di fuori. Una vera bolla”.

Leave a Comment