John Thompson si è dedicato alle corse e ha lavorato duramente per arrivare dove è oggi

John Thompson è un allenatore di quarta generazione, ma c’è un altro motivo per cui si alza ogni mattina per preparare i cavalli alle corse.

“I cavalli creano dipendenza”, ha detto.

“E dal primo giorno ho avuto un’affinità con loro, quindi non ho mai guardato indietro.”

Grazie alla pazienza e più ascoltando che parlando, Thompson si è trasformato in uno dei migliori allenatori del paese e il suo viaggio è quello che pochi vorrebbero o potrebbero intraprendere in questi giorni.

Quanti allenatori in erba sono disposti a non essere i capi allenatori per un paio di decenni prima di affermare il controllo di una scuderia?

Sembra che Thompson sia in circolazione da sempre, ma è un allenatore solo dal 2009.

“È sempre scoraggiante quando esci per farlo da solo, ma ho avuto una buona preparazione, essendo un caposquadra per 20 anni con mio padre (Vic) quando ha vinto una premiership e con Bart Cummings”, ha detto Thompson.

“Entrambi hanno avuto molto successo quando ero lì, quindi sai cosa fare ma, comunque, quando lo fai da solo, c’è una pressione aggiuntiva.

“Le generazioni più giovani probabilmente non vogliono lavorare così duramente e vogliono che tutto sia un po’ più veloce e facile.”

RICEVI OGGI IL TUO PRIMO MESE DI RACENET IQ A SOLI $ 4,99!

È risaputo che la grande occasione di addestramento di Thompson è arrivata quando il magnate minerario e proprietario di cavalli Nathan Tinkler stava cercando un addestratore privato.

Il figlio di Bart, Anthony, raccomandò Thompson a Tinkler.

“L’offerta era troppo buona per rifiutarla e quando mi sono seduto con Bart ha detto la stessa cosa”, ha detto Thompson.

Essere il capo allenatore di Patinack Farm ha portato al successo immediato e l’esperienza sta ancora aiutando Thompson fino ad oggi, in particolare quando vuole puntare i cavalli nelle corse interstatali.

“It (Patinack Farm) è stato un buon inizio perché c’erano molti buoni cavalli da addestrare ed è stata una buona curva di apprendimento per me perché ho avuto modo di allenarmi fuori da molte scuderie. Avevo cinque stalle in quattro stati”, ha detto Thompson.

“Ho spuntato tutte le scatole quando si tratta di allenamento in questo senso.

“È stato un duro lavoro dannatamente duro, ma abbiamo avuto molti vincitori ed è stato un grande momento e ho vinto il Gruppo 1 in quasi tutti gli stati, il che è difficile da fare.

“Ora ho solo una stalla, ma quando viaggio con i cavalli so dove andare e cosa fare perché ci sono già stato”.

John Thompson è stato il capo allenatore della Patinack Farm di Nathan Tinkler.

Alla domanda se avrebbe mai preso in considerazione l’idea di essere di nuovo un allenatore privato, Thompson ha risposto: “Dipenderebbe dallo scenario”.

Il primo vincitore del Gruppo 1 di Thompson è stato con Small Minds nell’Australasian Oaks 2010 e da allora ha sempre avuto un buon cavallo nella scuderia

“Direi che First Seal è stato il mio migliore, ma ho ancora un grande rispetto per Nechita che aveva solo quattro partenze e avrebbe vinto più nel Gruppo 1 se Coolmore non l’avesse acquistata e l’avesse mandata in Irlanda”, ha detto.

“Era una velocista brillante.”

Il primo Seal stava picchiando una puledra chiamata Winx non molto tempo fa e i due hanno preso strade molto diverse, non che Thompson fosse amareggiato al riguardo.

“Winx è appena passato a un livello completamente nuovo e il mio no e sono corse e cavalli”, ha detto.

“First Seal non era la stessa bambina di tre anni in autunno come in primavera e ha dovuto subire un’operazione al piede e dopo non era più lo stesso cavallo.”

Dreamforce è stato il cavallo più duro che Thompson abbia mai allenato e se i suoi cavalli diretti a Rosehill sabato possono essere la metà del grintoso, potrebbe avere una giornata fuori.

Probabilmente non ci sarà persona più sollevata o soddisfatta nel paese alle 16:50 di sabato se Mamaragan riuscirà a vincere l’ultimo.

Il bambino di quattro anni non vince dal debutto perché è stato tormentato dai tonfi per alcune stagioni.

“È una cosa di tutti i giorni. Se non lo ottiene correrà bene, se lo ottiene non lo farà “, ha detto Thompson.

Ha valutato una possibilità di vincere $ 12 in base alla sua forma recente intorno a Dragonstone, Hulk e Waihaha Falls.

“È un cavallo al passo, ma si è appena ammorbidito davanti quando qualcosa lo ha portato all’ultima partenza”, ha detto Thompson.

“Il vincitore (Waihaha Falls) era dominante, ma se non è stato preso in anticipo probabilmente reggerebbe il secondo posto.

“Ha ancora abilità quindi non sorprenderti se esce e vince. Ha corso bene alcune volte in questa preparazione e quando tutto andrà a posto vincerà”.

John Thompson festeggia con il fantino Blake Shinn dopo che il First Seal ha vinto il Flight Stakes nel 2014. Immagine: AAP

Bartoselli dà il via alla giornata per Thompson nella terza gara dove è il favorito di $5.

“Ha provato bene sul bit su una pista bagnata, poi quando è andato a Canterbury oltre i 1100 m era appena uscito dalle briglie su una pista molto pesante e non gli piaceva e si è arreso”, ha detto Thompson.

“Al suo prossimo inizio a Rosehill ho detto a Reece Jones ‘Non mi interessa dove sei in gara, assicurati solo che sia in movimento e che stia viaggiando e aiutalo a superarlo’, cosa che ha fatto e ha corso alla grande.

“Sapevo che stava andando bene, era solo questione di spuntare quella casella di pista bagnata.

“La chiave è che deve viaggiare e se lo è ce la farà. Se è fuori strada perde fiducia”.

Jojo Was A Man è il migliore della giornata di Thompson nella Winter Challenge, mentre Elusive Jewel corre come una possibilità di $ 7 in una quarta gara molto aperta sui 1800 m, che è un viaggio più adatto.

“Lei è contro le ragazze e le cavalle e sta andando alla grande”, ha detto Thompson.

“Si è rinfrescata un po’ dopo il Queensland, che era un po’ lontano per lei, dal punto di vista della distanza, ma rinfrescarsi e tornare in viaggio è perfetto per lei.

“È molto coerente e Brenton Avdulla è tornato e ha detto che è andata al galoppo martedì.”

Come tutti gli allenatori, Thompson sta cercando il suo campione.

Ha lavorato con pochi ma non come capo allenatore.

“Vorrei essere stato da Bart’s un po’ prima quando aveva Saintly e Beau Zam. Sono sempre stato un fan di Bart crescendo”, ha detto Thompson.

“Mio fratello maggiore mi diceva sempre che pensavo di essere Bart Cummings e che dovevo pizzicarmi quando ero seduto dall’altra parte della sua scrivania a leggere il foglio di lavoro con lui. È stato stupefacente.

“Sono andato da Bart pensando che fosse una celebrità famosa a cui piaceva l’attenzione ma era l’opposto.

“Evitava i riflettori e non gli piaceva essere famoso. Gli piaceva stare seduto in un angolo tranquillo”.

Il fantino Christian Reith in sella a Nechita vince Gara Quattro, il Coolmore Stud Stakes durante l'AAMI Victoria Derby Day all'ippodromo di Flemington il 3 novembre 2012.

Nechita ha vinto il Coolmore Stud Stakes del Gruppo 1 nel 2012.

Il punto in cui i formatori ottengono un vantaggio sui loro rivali è essere innovativi e in anticipo sui tempi.

Mentre c’erano molte ragioni per cui Bart Cummings e Tommy Smith erano i due allenatori di maggior successo nella storia australiana, Thompson ha spiegato come una semplice pratica ha dato loro il vantaggio.

“Bart e TJ Smith si sono allenati in modo completamente diverso, ma l’unica cosa che hanno fatto in modo estremamente simile è l’alimentazione”, ha detto Thompson.

“La rivoluzione di Bart e TJ è stata nella loro alimentazione. Sono stati i primi addestratori a iniziare a nutrire i cavalli da corsa con un mangime ad alto contenuto proteico e questo è stato il segreto del loro continuo successo.

“Ora siamo tutti educati in questo, ma a quell’epoca la maggior parte dei formatori non era istruita in quell’area.

“Hanno nutrito i loro cavalli con molto mais e avena e oggi sappiamo che è energia. Erano in anticipo sui tempi”.

La parte difficile è essere un innovatore.

“È difficile dire dove andrà la formazione”, ha detto Thompson.

Una cosa che entusiasma Thompson verso la prossima stagione è una nuova scuderia piena di cavalli, si spera con un vincitore del Gruppo 1 lì da qualche parte.

“I miei cavalli migliori, Dreamforce e Sweet Deal, si sono ritirati l’anno scorso, quindi sto attraversando una fase di ricostruzione per trovare di nuovo quel tipo di cavalli”, ha detto Thompson.

“Ho avuto troppi piazzamenti in questa stagione. È stato un anno frustrante con molti secondi. Se ne avessi trasformati solo una mezza dozzina in vincitori, avrei fatto un’ottima stagione”.

Manca ancora una riunione prima del 1 agosto.

Leave a Comment