Le opzioni di Ganassi per il posto che il suo campione IndyCar non vuole

Sembra sempre più probabile che il campione in carica della IndyCar Alex Palou non sarà un pilota della Chip Ganassi Racing il prossimo anno. Se ciò significhi che è sempre più probabile che sia un McLaren è una questione diversa.

Le fonti di The Race indicano che Ganassi ha deciso di non voler continuare con Palou nel numero 10 del prossimo anno, indipendentemente dall’esito del suo contratto con lui.

A meno che Ganassi non abbia frainteso la formulazione del proprio contratto con Palou, ciò probabilmente significa che sarà necessario un buyout dalla McLaren.

Sebbene sia stato riferito che i fondi per questo dovrebbero essere raccolti dalla direzione di Palou e non dalla McLaren, l’amministratore delegato del team Zak Brown avrebbe sicuramente spostato il cielo e la terra per porre fine a questo disastro di pubbliche relazioni per tutte le persone coinvolte scrivendo un assegno.

Dopotutto, questo è quello che ha già fatto in grande stile per far firmare Palou.

Forse anche Chevrolet interverrà per aiutare a firmare il nuovo campione di IndyCar lontano dalla squadra di punta della Honda. Sarebbe un duro colpo per questo.

La mossa di Ganassi di avviare la proroga del contratto di Palou – dopo che Palou ha detto che se ne sarebbe andato – è stata considerata da molti una buona mossa d’affari, poiché l’attivazione di un soggiorno di Palou avrebbe garantito che il suo rivale Brown avrebbe dovuto pagare per rimuoverlo se Ganassi avesse interpretato correttamente il contratto .

Chip Ganassi è una delle persone più acute del paddock, e non uno che sopporta saggiamente gli sciocchi. Sembra che anche con l’avanti e indietro su Palou nelle ultime settimane, Ganassi si sia impegnato ad andare avanti senza di lui.

Il fatto che il team abbia escluso Palou da alcuni dati quest’anno sembra qualcosa che non faresti se pensassi che ci sia la possibilità che il pilota possa rimanere.

Ganassi e Palou potrebbero concentrarsi sulla vittoria di un campionato, ma non sembra il tipo di ambiente in cui ciò può accadere quando il tuo pilota viene tagliato fuori in una serie orientata ai dettagli. Potrebbe essere una perdita a breve termine, un guadagno a lungo termine se dovesse andarsene, impedendogli di portare informazioni con sé.

Una lunga causa giudiziaria non gioverebbe a nessuna delle due squadre se le fonti di The Race fossero corrette, perché se Ganassi vincesse rimarrebbe bloccato con un pilota che non vuole più davvero nella sua macchina e uno che non vuole nemmeno essere lì.

Felix Rosenqvist Sonsio Grand Prix At Road America di Joe Skibinski Largeimagewithoutwatermark M62022

Quindi un buyout – certamente con così tante opzioni sul tavolo e con il tempo per cambiare idea da entrambe le parti – sembra l’opzione più probabile. E l’opzione più reciprocamente vantaggiosa.

Molto potrebbe essere stato detto dell’amicizia o della mancanza di essa tra Ganassi e Brown. Ma non è abbastanza forte da causare seri danni alle proprie possibilità di vincere e competere nella serie. È un’idea alquanto ridicola.

Palou ha totalmente escluso di prendersi un anno di pausa dalle corse della prossima stagione a The Race lo scorso fine settimana, quindi al momento tutto si sta sommando verso una mossa McLaren. Ma quanto facilmente e per quanto potrebbe ben dipendere da quanto Ganassi vuole essere ospitale.


Quali sono le prospettive per il #10

Alex Palou Honda Indy Toronto di Chris Owens Immagine grande senza filigrana M64091

Un altro motivo per credere che Ganassi abbia deciso per un futuro senza Palou è che le fonti di The Race affermano di aver tenuto colloqui con gruppi di gestione di altri piloti nel paddock.

Di quelli coinvolti nella stupida stagione del 2023, Ganassi ha una vasta gamma di opzioni (che, va notato subito, non includono l’uomo sotto pressione della McLaren F1 Daniel Ricciardo).

Se Ganassi vuole portare qualcuno in macchina l’anno prossimo come tappabuchi per il 2024, quando saranno disponibili artisti del calibro di Colton Herta, ha Ryan Hunter-Reay e Sebastien Bourdais nei suoi libri di auto sportive.

La fine della scorsa stagione è sembrata il momento giusto per Hunter-Reay per andare avanti dopo il suo periodo con Andretti, ma Bourdais è stato un killer gigante negli ultimi anni 2010 che meritava una possibilità per un posto al vertice.

Un paio di mani ferme e il tipo di pilota che rimane dopo ore per aiutare l’equipaggio a smontare i gazebo, Bourdais sarebbe il perfetto giocatore di squadra da installare insieme a Scott Dixon e alla stella emergente Marcus Ericsson, e non sembra aver perso nessuno ritmo negli ultimi anni.

Ma c’è anche la possibilità di far succedere qualcosa in questa bassa stagione come sostituto a lungo termine di Palou.

The Race ritiene che, tra i piloti attualmente nella serie, Callum Ilott sia molto in cima alla rosa dei candidati del team in base alle sue prestazioni di David contro Golia per l’unico team di monoposto sulla griglia, Juncos Hollinger.

Nonostante abbia commesso degli errori in gara, le sue prestazioni in qualifica sono state impressionanti ed è noto per essere ambito da più squadre.

Callum Ilott Honda Indy Toronto di Chris Jones immagine grande senza filigrana M64249

Tuttavia, se Ganassi vuole davvero un pilota a lungo termine in questa bassa stagione, Ilott probabilmente non sarà quel qualcuno poiché dovrebbe essere annunciato pubblicamente sull’auto Juncos Hollinger per il 2023 molto presto, come parte di ciò che The Race’s fonti indicano che era un accordo pluriennale quando si è unito alla squadra.

In coda le battute su Ganassi che poi annuncia ore dopo di aver firmato anche Ilott (o è troppo presto?).

Juncos ha diversi piloti dall’Europa e Indy Lights interessati a guidare una seconda vettura del team il prossimo anno, grazie alle prestazioni di JHR e perché il team ha chiarito la sua intenzione di espandersi il prossimo anno.

Ma Ricardo Juncos è felice con Ilott ed era desideroso che rimanesse anche con l’interesse di Ganassi, quindi se quella mossa dovesse accadere potrebbe essere nel 2024 o oltre.

Anche se non si ritiene che Rinus VeeKay sia in cima alla lista di Ganassi, è un’opzione ottenibile in termini di meccanismi per sottrarlo a Ed Carpenter e potrebbe diventare il pilota del #10 semplicemente tramite un processo di eliminazione, anche se se fosse La decisione della Race, avrebbe messo Bourdais in macchina e sarebbe andato tutto per tutto per ingaggiare l’Herta l’anno prossimo.

VeeKay ha detto a The Race la scorsa settimana che ha una clausola di esclusività con Carpenter fino al 1 agosto, quando VeeKay può parlare con altre squadre e che qualunque cosa accada, ha raggiunto l’obiettivo di sapere che può rimanere in IndyCar.

Sebbene sia stato incoerente, è un vincitore di una gara ed è stato rapido nelle qualifiche per la Indy 500, una gara in cui Ganassi ama valutare i piloti; è uno dei motivi principali per cui ha firmato Palou, il che conta a suo favore.

David Malukas è un’altra opzione ed è stata una rivelazione dalla Indy 500, ma ha un accordo a lungo termine con Dale Coyne Racing con HMD (HMD Trucking è la preoccupazione del padre di Malukas).

David Malukas Hy Veedeals Com 250 presentato da Doordash da Joe Skibinski Largeimagewithoutwatermark M64938

Tuttavia, prestare Malukas a Ganassi sarebbe sicuramente una proposta allettante per il padre di Malukas per vedere suo figlio correre su una macchina di punta?

C’è anche la piccola questione di Dale Coyne con HMD che vuole espandersi per schierare il leader di Indy Lights Linus Lundqvist la prossima stagione, anche se sembra improbabile poiché la Honda è già a pieno regime e senza la probabilità che un’altra squadra riduca in questo momento.

Quindi “prestare” Malukas, promuovere Lundqvist e attivare l’opzione di squadra di Takuma Sato manterrebbe la squadra a due macchine e apparentemente tutte le persone coinvolte sarebbero felici, anche se sembra la meno probabile delle opzioni delineate finora.

Almeno con Dixon ed Ericsson, Ganassi ha le mani ferme e potrebbe rischiare su qualcuno meno esperto se volesse.

La Race comprende che non è stata decisa alcuna opzione per Ganassi poiché si occupa prima di risolvere la situazione di Palou.

Ma per riassumere a questo punto, Ilott sembra essere l’opzione migliore, VeeKay è il giovane pilota più facile da ingaggiare, Bourdais è l’opzione più semplice a breve termine e Malukas potrebbe essere un amichevole outsider a lungo termine.


Quali sono le prospettive per Rosenqvist

Felix Rosenqvist Chevrolet Detroit Grand Prix di Joe Skibinski Immagine grande senza filigrana M60886

Lo scorso fine settimana Felix Rosenqvist ha parlato dell’“ambiente che crea dipendenza”. IndyCar si trova nel dilemma se gareggerà in IndyCar o in Formula E l’anno prossimo.

Ha firmato un contratto con la McLaren e Brown deciderà dove andrà a finire.

Ancora una volta, a causa della difficoltà dei produttori di motori a lavorare al massimo della capacità, la voce o la domanda sull’espansione della McLaren a quattro auto – quando per la prima volta si sta già espandendo a tre per il prossimo anno – non è affatto probabile.

Tre settimane fa, prima che iniziasse questo pasticcio Palou/McLaren/Ganassi, l’avrei chiamato impossibile, ma ora quella parola sembra off limits con gli eventi che si sono svolti.

Rosenqvist ha detto a Toronto che crede che Palou potrebbe sedersi fuori l’anno prossimo, anche se, come è già stato sottolineato, Palou ha rifiutato quell’idea.

Quindi, con lo scenario in cui Palou potrebbe entrare nel team IndyCar della McLaren, Rosenqvist sembra destinato a dirigersi verso la Formula E.

“La cosa difficile è che amo davvero la mia squadra”, ha detto Rosenqvist, discutendo le sue possibilità lo scorso fine settimana. “Mi piace molto lavorare con questi ragazzi e ragazze. Penso che sia sempre difficile, dal punto di vista emotivo, pensare che potresti lasciarli, lasciare il tuo posto di lavoro.

“Perché penso che quando invecchi, hai imparato che è tutto ciò che vuoi, vuoi il posto in cui sei felice di lavorare con le persone.

“Non si tratta più di quale campionato o di quale sponsor, penso che dipenda tutto dall’avere quel gruppo, che penso di avere finalmente ora.

“Ovviamente è difficile, ma vedremo dove andrà. Posso fare solo una cosa ed è solo spingere e vedremo dove atterreremo.

Vale la pena temperare in questa fase che le cose si stanno muovendo velocemente in questa situazione e in ogni scenario Ganassi ha molte opzioni.

Marcus Ericsson e Felix Rosenqvist Hy Veedeals Com 250 presentato da Doordash da Chris Jones Largeimagewithoutwatermark M64907

Sembra che nella settimana successiva a Toronto la squadra sia stata in grado di fare un bilancio e stia procedendo come se Palou fosse fuori dai giochi per il prossimo anno.

C’è ancora tempo perché le cose cambino, però. Le prossime settimane dovrebbero darci un quadro più chiaro.

Leave a Comment