Mazzo di cinque: caffè con la gente del posto di Launceston

Durante una vacanza in Tasmania, Peter Maniaty ha incontrato questo gruppo gioviale al caffè Aromas di Launceston.

Quando? Quasi tutte le mattine, il gruppo si riunisce alle 6 del mattino.

Dove? 35-40 km, il percorso dipende dal giorno.

Caffè? Aromi Fine Food, Charles Street, Launceston.

Benvenuto a Launceston. Paese Richie Porte. Paese di Danny Clark. Paese del ciclismo di Tassie. Immerso nella pittoresca confluenza dei fiumi South e North Esk, immediatamente adiacente alla gola della Cataract, il fiume Tamar si snoda a nord verso lo Stretto di Bass, mentre una rapida piroetta a 360 gradi suggerisce che c’è molto da arrampicare nella maggior parte delle direzioni. Alcune delle giostre della giustizia locale includono lo Scottsdale Loop a nord-est (una corsa di allenamento preferita da Richie Porte), Poatina a sud (usata frequentemente nel Tour of Tasmania) e il Parco nazionale di Ben Lomond a sud-est, casa alla spettacolare scala di Jacobs.

Naturalmente, se vuoi davvero fare un viaggio lungo e duro, puoi fare il viaggio di sola andata di 140 km fino a Cradle Mountain via Sheffield, o anche avventurarti fino a St Helens sulla costa orientale della Tassie, a circa 160 km in sola andata. Essendo un giovedì, il gruppo di oggi ha percorso 35 km molto più umili verso le cantine di Relbia e ritorno. Tempo per un meritato caffè da Aromas, dove mi è stato detto che questo mazzo arriva da oltre 20 anni.

Nick Clark

Quale giro di Launceston ti fa sempre sorridere?

Il giro di Sidling Lookout sulla strada per Scottsdale. Sono circa 90 km andata e ritorno. La salita sul lato occidentale non è troppo ripida e le viste dal belvedere sono fantastiche. Poi si arriva a fare la discesa tornando a Launceston. È più breve con meno arrampicata rispetto all’intero “Scottsdale Loop”. L’arrampicata non è mai stato il mio forte.

Qual è stata la corsa in Tassie più dura che hai fatto?

Tarraleah a Strathgordon. Sono stati 160 km con circa 4.000 metri di dislivello sotto un feroce vento contrario e pioggia. Ho guidato gare su strada più lunghe e veloci, ma gli elementi e il terreno combinati erano di livello superiore. Faceva parte di una corsa di beneficenza di tre giorni che un gruppo di noi fa ogni anno, quindi abbiamo continuato a pedalare per gli enti di beneficenza e alla fine la birra.

Gli inverni di Tassie possono essere piuttosto cupi. Continui a guidare?

Da giugno a settembre, giro raramente con il nostro gruppo delle 6 del mattino. Sto diventando un po’ morbido per le mattine con meno gradi e tendo a guidare di più nel pomeriggio o sul trainer. Fa molto più caldo in garage!

Chi è il tuo ciclista Tassie preferito di tutti i tempi?

Il famigerato Paul ‘Tex’ Turner, perché è il ragazzo che pulisce la mia bici! Ma, se dovessi scegliere qualcuno più famoso, è difficile superare Richie Porte. È un esempio di ciò a cui può portare l’impegno.

Sei mai salito su Jacobs Ladder?

Solo in mountain bike. Era in una gara, quindi ha fatto molto male. Penso di aver masticato lo stelo per la maggior parte, quindi la vista ha dovuto aspettare quando siamo scesi tutti dalla Jacobs Ladder alla fine della gara. È stato molto più divertente.

Pete Culhane

Quale giro ti fa sempre sorridere?

Il nostro gruppo del fine settimana delle 6 del mattino è un ottimo gruppo, sia per la corsa che per le battute. Il classico giro “Launie” è lo Scottsdale Loop, che percorre un percorso panoramico e collinare a nord-ovest della città e ritorno con circa 1.750 m di dislivello. Scegli un giorno d’estate e sarai quasi certo di essere superato da Richie Porte e da un certo numero di altri battitori locali che allungano le gambe e abbattono Strava KOM/QOM.

La corsa in Tassie più dura che hai fatto?

Te ne do due. La prima è stata la mia sfida all’Everesting su Kunanyi (Mt Wellington). Sono stati 12 giri su e giù in un periodo di 19 ore – circa 11.500 m di dislivello – per raccogliere fondi per la ricerca sul linfoma ispirata dal ciclista locale Zack Gilmore che ne soffriva in quel momento. Il mio secondo è stato un giro di allenamento per il mio tentativo di un doppio giro dell’Alpine Classic a Victoria. Ho fatto un giro in solitaria di 330 km intorno alla Tasmania orientale con 3.700 m di dislivello in 12,5 ore. Fortunatamente alcuni dei ragazzi sono usciti e hanno guidato gli ultimi 50 km verso casa con me perché non mi sentivo benissimo!

Uno spettacolo caldo e accogliente per i motociclisti locali e in visita allo stesso modo: il Launceston’s Aroma’s Cafe.

Cavalcare durante l’inverno?

Sì, fa freddo e può essere nebbioso e umido alle 6 del mattino in luglio e agosto. Ma è meglio farlo e poi ridere con alcuni amici al bar piuttosto che sedersi a casa su un trainer a fissare uno schermo.

Ciclista Tassie preferito?

Ci sono alcuni ovvi attuali come Richie Porte, Zack Gilmore, Lauren Perry, Josh Duffy, Georgia Baker e Anya Louw che amo guardare. Ho anche lavorato con molti ciclisti nel corso degli anni che hanno continuato a fare cose incredibili, come il clan Sulzberger—Bernie, Wes e Grace—Matt Goss, Amy Cure e Mark Jamieson. Poi hai la storia del ciclismo di Tassie nelle famiglie Grenda e Gilmore, oltre a tanti altri di cui dovrei assolutamente saperne di più. Non ho intenzione di sceglierne uno mi dispiace!

Mai salito su Jacobs Ladder?

Certo, un paio di volte. Dall’autostrada è una lunga salita anche per arrivarci, ma il modo in cui è arroccato sulla scarpata ha giustamente un posto speciale nella lista dei desideri di molte persone.

Jason Cowling

Quale giro ti fa sempre sorridere?

A un paio d’ore da Launceston, sulla costa orientale, c’è il Bay of Fires Trail. È un percorso a senso unico di 42 km che inizia al livello blu e finisce nell’area di conservazione della Baia degli Incendi. Offre una fitta foresta pluviale, enormi massi di granito e viste meravigliose fino al traguardo di Swimcart Beach.

La corsa in Tassie più dura che hai fatto?

La corsa di beneficenza della polizia della Tasmania. Un evento di tre giorni a sostegno di enti di beneficenza locali, gestito da un ragazzo che vive di lunghe giornate in sella con molta elevazione.

Cavalcare durante l’inverno?

Se è asciutto e sopra lo zero, cavalcherò. Abbiamo un allenatore a casa, ma manca la socializzazione e il caffè post-corsa che è parte integrante del motivo per cui corro.

“…Il classico giro ‘Launie’ è lo Scottsdale Loop che percorre una strada panoramica a nord-ovest fuori città e ritorno con circa 1.750 m di dislivello…”

Ciclista Tassie preferito?

Con la profondità dei ciclisti passati e presenti qui a Launceston è impossibile sceglierne uno. Abbiamo così tanti campioni nazionali e corridori del World Tour nella maggior parte delle discipline. Ciò che li rende speciali è che guidano ancora oggi, spesso nel nostro gruppo. Sono felici di offrire supporto e chiameranno sempre Tassie a casa.

Mai salito su Jacobs Ladder?

Sì, c’è un evento annuale chiamato King of the Mountain gestito dal Launceston Mountain Bike Club. È una gara di mountain bike dal fondo del Ben Lomond allo Ski Village in cima e include Jacobs Ladder. L’ho fatto due volte ed è un grande evento a cui guardare indietro una volta che è finito.

Il record di gara è detenuto dal 2009 e ogni anno viene offerto un incentivo in denaro per la persona che può batterlo. Ci vorrà la persona giusta nel giorno giusto con tempo favorevole per avvicinarsi al record detenuto da Ben Mather, che corre regolarmente con il nostro gruppo ed è un grande sostenitore del ciclismo locale.

Se mai ti ritrovi a Launie, il locale Aroma’s cafe è il centro delle battute di motociclisti e motociclisti, potresti persino imbatterti in Richie Porte!

Gene Finn

Quale giro ti fa sempre sorridere?

Il ciclo di Scottsdale. Non riesco a farlo tutte le volte che vorrei, ma quando il tempo è bello e con il gruppo giusto è semplicemente il massimo.

La corsa in Tassie più dura che hai fatto?

Una volta ho fatto una granfondo di 160 km dove ha piovuto costantemente tutto il giorno, tanto che ho dovuto sostituire i cuscinetti della mia ruota!

Cavalcare durante l’inverno?

Non sono un grande fan delle corse indoor, ma per fortuna un gruppo di noi guida tutto l’anno. Il freddo è proprio come quando fa caldo: scelta di abbigliamento corretta
è essenziale.

Ciclista Tassie preferito?

È difficile scegliere un favorito perché abbiamo così tanti campioni attuali ed ex che vivono e corrono qui. Non smette mai di stupirmi come una piccola regione possa produrre così tanti grandi corridori in tutte le discipline. Probabilmente è degno di un libro!

Mai salito su Jacobs Ladder?

Sì, più volte, e ogni volta ho giurato ‘mai più’.

Leave a Comment