Perché l’inaugurale Tour de France Women è un grosso problema

Le atlete Trek-Segfredo parlano del primo Tour femminile in 33 anni

L’ultima volta che si è tenuto nel 1989, torna il Tour de France femminile. Infine, più di una gara di un giorno saluterà le ciclistiche professioniste. L’inaugurale Tour de France Women with Zwift durerà otto giorni e gli Champs-Élysées saranno la prima tappa a dare il via invece di essere un’altra edizione di un giorno di La Course, una corsa offerta alle donne negli ultimi otto anni .

Trek-Segafredo si dirigerà a Parigi con una squadra composta da più campioni mondiali, europei e nazionali. Siamo lieti di condividere le citazioni di tutti e sei i piloti che saranno sulla linea di partenza domenica 24 luglio pronti a scrivere di nuovo la storia.

Sono entusiasta di correre al Tour de France Women. Sarà meraviglioso partecipare alla rinascita di una corsa storica che da tempo non ha un posto nel calendario femminile.

Mi sento bene in vista dell’inizio della gara di domenica. Sono andato a Sestriere dopo la fine del Giro Donne, allenandomi in quota cercando di prepararmi il più possibile perché il mio obiettivo al Tour è essere al meglio e cercare di andare in Classifica Generale.

Questo è stato qualcosa che ho deciso di fare insieme alla squadra. Quando hai una squadra buona come la nostra, c’è qualcosa di veramente bello nell’avere l’opportunità di essere il leader in questo modo. È davvero speciale e mi sento privilegiato a far parte di questa gara.

Sono molto emozionata per il Tour de France Women e voglio davvero godermi ogni momento, dalla prima tappa all’ultima. Sarà una gara epica con molte persone sulle strade, quindi sono davvero orgoglioso di far parte del nostro team per la gara.

Ovviamente ho degli obiettivi personali per la gara. La prima giornata sarà molto dura ma essere sul podio per me è un sogno. Penso che molte tappe siano molto aperte a diversi scenari, quindi sono pronto a provare per qualsiasi sprint ma anche per andare potenzialmente nelle fughe e anche per dare il 100 percento per aiutare la mia compagna di squadra, Elisa Longo Borghini, a raggiungere la classifica generale.

Dopo il Giro Donne, sono andato all’allenamento in altura dove stavo cercando di trovare il miglior equilibrio tra riposo e allenamento, ma penso di aver fatto un buon lavoro e spero che il mio corpo sia pronto per il Tour come la mia mente. Sarà ancora più speciale per me perché sarò la maglia iridata nella prima edizione di questo nuovo Tour de France Women, quindi è fantastico per me e sono anche molto felice di questo.

Sono super entusiasta di correre il Tour de France Women. Sarà la prima volta che faccio una corsa a tappe così lunga, quindi sono anche un po’ nervoso soprattutto perché gli ultimi due giorni saranno così difficili con così tante arrampicate, ma è una nuova sfida e mi sento pronto per esso.

La mia preparazione è stata davvero buona e penso di aver dimostrato che la mia forma è lì durante gli Europei dove mi sono sorpreso a vincere il doppio. Inoltre, durante i miei ultimi giri di allenamento, ho spinto la mia migliore potenza di sempre, quindi sono fiducioso che inizierò il Tour in buona forma. So che tutti nella squadra sono pronti e abbiamo una squadra super forte, quindi non vedo l’ora di vedere cosa possiamo fare insieme qui.

È decisamente speciale far parte della prima edizione di questo nuovo TDF per le donne. Inizialmente non era nel mio programma quest’anno, poi dopo le Classiche, dove ho guidato molto meglio del previsto, il team mi ha aggiunto al roster e ne sono stato super felice. È surreale che inizi così presto ora, ma non vedo l’ora.

Nel complesso, spero solo di poter esserci davvero per Elisa Longo Borghini ed Elisa Balsamo. Voglio aiutarli a lottare il più possibile per le vittorie e per la classifica generale e cercare di supportare la squadra nel miglior modo possibile.

Non vedo l’ora di questa gara perché penso che sarà una grande celebrazione del ciclismo femminile. Sono entusiasta di farne parte e di far parte della prima edizione del Tour de France Women. Non è ufficialmente il primo ma è un revival della gara ed è un bene che torni nel nostro calendario.

Mi sento bene ad entrare in gara e ho avuto una buona preparazione. Mi sono sentito un po’ fuori posto dopo le Nazionali, ma il Baloise Ladies Tour mi ha mostrato che la mia forza e la mia forma sono tornate ed è per questo che non vedo l’ora che arrivi la gara.

Voglio correre molto bene qui. Non è stato necessariamente uno dei miei più grandi obiettivi della stagione, è un peccato per me che non ci siano prove a cronometro, ma ci sono molte altre belle tappe e opportunità, quindi sarà divertente. Sarò anche pronto a dare tutto per aiutare i miei compagni di squadra ea lavorare per raggiungere i nostri obiettivi collettivi.

Penso che sia fantastico che il nostro team abbia una squadra davvero forte per la gara, abbiamo un nuovo kit, nuove moto e tutto è speciale per questa gara, proprio come la gara stessa. Ovviamente, questo può anche essere un po’ snervante e con l’intero gruppo entusiasta della gara, penso che all’inizio potrebbe esserci molto caos.

Lo tratterò proprio come un’altra gara ciclistica e forse sono più con i piedi per terra con esso. Sarà una grande gara ciclistica, ma è solo una di tutte le altre. Se facciamo quello che facciamo sempre, lavoriamo sodo e lavoriamo bene insieme, sono sicuro che ne faremo qualcosa di carino.

Non vedo l’ora che inizi il Tour de France Women, sono entusiasta che l’attesa sia finita. Per smettere di parlarne ma per iniziare davvero a correre. È una strana sensazione essere così vicini all’inizio del Tour de France Women e penso che sembrerà reale solo quando arriveremo a domenica, è allora che tutto scatterà.

Per me, l’obiettivo era prendere l’inizio del Tour de France come campione nazionale francese e l’ho già raggiunto. È qualcosa che posso spuntare dalla mia lista dei desideri e sono davvero pronto a godermi questa esperienza. Non posso dire di sentire la pressione per questo, penso che sia più che potrei essere io quello che si diverte di più tra la folla. Correre sul palco più grande, nel mio paese, con la maglia biancorossa. Sarà davvero speciale e mi motiva ad essere lì per la mia squadra e dare il mio 100 percento.

Certo, sogno anche una vittoria di tappa, ma prima di tutto lavorerò per la squadra. Spero che la squadra possa fare bene, indossare la maglia gialla, vincere le tappe e se avrò una possibilità, proverò a coglierla.

Parteciperò a questa gara dopo il Baloise Ladies Tour che, per me, è stata una settimana abbastanza buona. Sono stato in grado di fare un blocco di allenamento in montagna dopo le Nazionali e poi ho aggiunto velocità alle gambe in Belgio. Penso che questo fosse ciò che mi si addice di più ed è stata una buona preparazione per ciò che verrà.

Sono estremamente entusiasta di correre in questa prima edizione del Tour de France Women. È un onore poter partecipare a qualcosa per cui così tanti hanno combattuto così duramente. Sono un misto di nervoso ed eccitato per questa gara, ma sento che la squadra ha guadagnato molto slancio dopo un Giro Donne di successo e il Baloise Ladies Tour, e non vedo l’ora di portarlo avanti nel Tour.

Sto ancora lottando con un piccolo dolore residuo dal mio intervento chirurgico, tuttavia, con ogni gara migliora un po’. È sicuramente un processo in corso, ma non vedo l’ora di contribuire in ogni modo possibile per aiutare la squadra a ottenere il miglior risultato e, dopo il Giro, sono fiducioso di poter fare questo lavoro.

Spero di avere le gambe e la salute per poter correre in modo aggressivo, fare più lavoro possibile per mantenere freschi i miei compagni di squadra e poter sfruttare ogni opportunità che si presenta. Abbiamo una squadra forte qui e spero di ricoprire un ruolo che porti al più grande successo possibile della squadra. Questi prossimi otto giorni di gare saranno pazzi, ma è un privilegio poter schierarsi con le migliori cicliste del mondo e prendere parte a questa corsa iconica.

Leave a Comment