Premio in denaro del Tour de France 2022: chi è stato pagato e quanto guadagnano le migliori stelle

La vincita del Tour de France maschile 2022 riflette l’ampia gamma di successi e fallimenti nel grande tour più importante della stagione.

Il vincitore del tour Jonas Vingegaard ha guadagnato un assegno del valore di € 500.000 nella più grande busta paga del WorldTour maschile.

Gli assegni del vincitore della borsa del premio in denaro del Tour 2022 sono pesantissimi, con le squadre dei primi tre podi di Parigi che fanno la parte del leone domenica. Le squadre in fondo al barile si sono a malapena spezzate in cinque cifre.

Non è una sorpresa, ovviamente, dal momento che i pagamenti per i primi tre classificati del podio e per i vincitori della maglia ricevono la maggior parte del montepremi individuale dal montepremi totale di € 2.257.000 del Tour.

In effetti, la vincita finale a Parigi rifletteva quali squadre hanno avuto successo e quali squadre sono letteralmente tornate a casa a mani vuote al termine di tre settimane di gare.

Il vincitore del Tour Jumbo-Visma ha vinto un terzo dell’intero piatto con € 779.750, con Vingegaard in giallo e maglia del King of the Mountains, Wout van Aert in verde e la squadra che ha vinto sei tappe nelle 21 disputate da Copenaghen a Parigi .

Leggi anche: Spiegazione di VeloNews — Come funziona il montepremi del Tour de France

Vingegaard ha ricevuto il più grande assegno individuale per aver vinto la maglia gialla, con il primo premio di quest’anno di € 500.000. Con l’euro e il dollaro USA quasi alla parità, la conversione è di poco inferiore a uno a uno.

L’UAE Team Emirates, anche se secondo con Tadej Pogačar che ha vinto anche la maglia bianca e tre tappe, ha portato a casa meno della metà di 322.960 euro.

Ineos Grenadiers, terzo con Geraint Thomas e vincitore della competizione a squadre, ha vinto 240.610 euro. Groupama-FDJ, con David Gaudu quarto, è l’unica altra squadra a raggiungere sei cifre nel mese, con un bottino di 143.860€.

In effetti, i primi tre classificati di Parigi domenica hanno guadagnato più di un terzo di tutto il montepremi offerto durante l’intero Tour.

Con solo la metà delle squadre che hanno vinto le fasi, il pagamento finanziario è diminuito da lì. Israel-Premier Tech, che ha vinto due fasi e ha raggiunto alcuni altri primi 5, ha portato a casa € 43.770, mentre anche BikeExchange-Jayco ha vinto due fasi e incasserà € 63.170.

In fondo alla classifica c’erano Lotto-Soudal e Astana-Qazaqstan, poiché nessuna delle due squadre ha vinto una tappa, portando a casa rispettivamente € 15.140 e € 15.000.

L’elenco dei premi in denaro del Tour de France 2022 riflette il predominio di alcune squadre. (Foto: ASO)

Come si guadagna e si divide il premio in denaro

Il montepremi del Tour è allo stesso tempo trasparente e opaco.

L’assegnazione da parte degli organizzatori del Tour è delineata nel manuale di gara ed è in linea con i requisiti minimi dell’UCI per il montepremi.

Ciò che rimane opaco è il modo in cui i corridori guadagnano i loro stipendi tramite gli stipendi durante l’intera stagione e come le squadre si sono separate dal piatto alla fine di una gara.

Il vincitore del Tour maschile riceve una vincita alta WorldTour di € 500.000. La tradizione sostiene che il vincitore perde il premio del vincitore e lo divide con i compagni di squadra e il personale.

Secondo le fonti del team, quella tradizione è ancora valida nel gruppo moderno.

In genere una squadra conteggia il montepremi totale, quindi, ad esempio, una squadra di alto livello del Tour prenderà il totale e lo dividerà, molto probabilmente per otto. Sette parti vanno ai cavalieri e un’altra parte è divisa tra il personale che comprende guaritorichef, meccanici, autisti e altro personale dietro le quinte.

Direttori sportivi e dirigenti non ricevono una parte del premio in denaro, anche se alcuni dei migliori direttori, allenatori e allenatori potrebbero ricevere un bonus per i migliori risultati.

Un vincitore generoso potrebbe offrire un premio aggiuntivo ai compagni di squadra, che si tratti di orologi costosi, una vacanza pagata o qualche altro regalo significativo.

Durante il Tour 2022, un membro dello staff di una squadra importante come Jumbo-Visma potrebbe guadagnare fino a un bonus Tour a quattro cifre elevato, mentre qualcuno che lavora all’Astana-Qazaqstan potrebbe non essere in grado di comprare una bella cena con quello che riceverà.

Pogačar ha ricevuto € 200.000 per essere arrivato secondo, ma ha anche vinto € 11.000 per vittoria di tappa, con la tappa di ogni giorno che ha distribuito premi in denaro individuali per i primi 20, con € 300 per il 20 ° posto ogni giorno.

Ogni pilota che arriva a Parigi riceve almeno 1.000€ come premio minimo per sopravvivere tre settimane.

Leggi anche: Cosa guadagnano i migliori professionisti maschi nel WorldTour

Altri podi portano premi, con € 25.000 per i vincitori delle maglie maggiori. Ci sono stati numeri primi sparpagliati per tutta la gara, con € 5.000 destinati al vincitore del punto più alto del Tour e pagamenti in contanti per gli sprint intermedi lungo il percorso.

Anche se un pilota o una squadra non vince una tappa o una classifica, i piazzamenti possono comunque sommarsi.

Nella tappa 16, ad esempio, Nils Eekhoff (Team DSM) è sfrecciato davanti a Van Aert per portarlo ai primi punti in qualsiasi sprint intermedio. Van Aert era saldamente in verde, ed Eekhoff non ha avuto possibilità di vincere la classifica a punti, ma è un traguardo e ha guadagnato € 1.500 per lo sforzo.

Il premio più combattivo della giornata guadagna € 2.000, quindi vale la pena attaccare fino alla fine. Il premio più combattivo del Tour guadagna € 20.000, più una salita sul podio.

Ineos Grenadiers ha vinto € 50.000 per il premio per la squadra e, sebbene la squadra più ricca del gruppo non se ne accorgerà, sicuramente lo farà il suo staff dietro le quinte.

Gli ufficiali di gara si trattengono discretamente dall’invio di assegni in denaro premio per alcune settimane fino a quando tutti i controlli antidoping non saranno stati approvati.

Il premio in denaro “conta meno” nel gruppo di oggi

Terminare il Tour guadagnerà almeno 1.000 euro per finisher e molto di più per il podio. (Foto: Dario Belingheri/Getty Images)

I premi in denaro al Tour e ad altre gare di alto livello contano meno poiché gli stipendi e i bonus nell’era moderna continuano a salire sempre più in alto.

Non è sempre stato così. Prima dell’avvento di budget di squadra più grandi e stipendi da milioni di dollari, i premi in denaro e le tasse di presenza erano parte integrante della capacità di guadagnarsi da vivere di qualsiasi professionista di alto livello.

Il ciclismo è unico in molti modi, incluso il modo in cui i migliori professionisti di WorldTour guadagnano denaro.

A differenza del tennis e del golf, ad esempio, dove gli atleti guadagnano la maggior parte del loro reddito da assegni a sette cifre e accordi di sponsorizzazione, le più grandi star del ciclismo guadagnano stipendi alti che possono arrivare anche a sette cifre. I premi in denaro e i bonus speciali non sono il modo in cui i moderni ciclisti professionisti portano a casa la pancetta.

Le migliori star come Peter Sagan e Chris Froome guadagnano anche entrate aggiuntive che possono anche raggiungere milioni attraverso accordi di sponsorizzazione e partnership con produttori di biciclette, aziende di occhiali da sole e altre commissioni di consulenza. I criteri post-tour possono ancora guadagnare gli stipendi a cinque cifre delle migliori stelle per un giro serale intorno all’isolato.

I migliori vincitori hanno anche i bonus dei vincitori individuali scritti nei rispettivi contratti di squadra e di sponsorizzazione, il che spesso può significare milioni in più in pagamenti dopo una grande stagione.

Gli stipendi del ciclismo, anche nella fascia alta, rimangono relativamente scarsi rispetto all’élite del calcio europeo e dei principali sport di squadra statunitensi, dove gli stipendi più alti possono raggiungere $ 20.000.000 a stagione e oltre.

Senza stadi da riempire o biglietti da vendere nel ciclismo, anche i giocatori in panchina della NBA guadagneranno più di tutti quelli del gruppo Tour.

Qual è lo stipendio “medio” nel WorldTour maschile?

Dipende da molti fattori, in particolare qual è il budget operativo complessivo di un team. Le spese per l’allenamento, l’allenamento, l’alimentazione, il personale e i materiali sono aumentate notevolmente nel ciclismo moderno, ma la parte del leone nel budget di qualsiasi squadra rimane lo stipendio dei corridori.

Quindi non sorprende che i corridori più pagati siano nelle squadre con le tasche più profonde.

Leggi anche: Il presidente dell’UCI riflette sui massimali salariali

Un capitano di spicco del GC e una manciata di superstar dei classici possono guadagnare stipendi che superano i 3 milioni di dollari all’anno e oltre. Secondo quanto riferito, Tadej Pogačar è il corridore più pagato del ciclismo in questo momento, con uno stipendio annuo stimato a 6 milioni di dollari a stagione.

Dietro di loro, c’è una lunga fila di professionisti affermati, vincitori di sprint o salite, super domestici e capitani di strada i cui stipendi possono variare da $ 500.000 a sette cifre basse.

All’altra estremità dello spettro ci sono i debuttanti del WorldTour, che vedono uno stipendio minimo di $ 36.000, mentre la parte centrale del roster di qualsiasi squadra del WorldTour è piena di lavoratori sempre costanti con stipendi che vanno da $ 150.000 a $ 400.000.

Prima dell’avvento degli stipendi da un milione di dollari del ciclismo, i premi in denaro, i bonus, i criterium e altri pagamenti come le tasse di partenza erano di vitale importanza per il reddito di un ciclista. Con la pressione di fare più soldi possibile con solo pochi anni per provare a guadagnare il massimo del dollaro, i motociclisti potrebbero raddoppiare, triplicare o addirittura quadruplicare i loro stipendi a volte magri.

Leggi anche: Outer Line e come il sindacato dei nuovi motociclisti può avere successo

Sfortunatamente, quella pressione per guadagnare denaro il più rapidamente possibile ha spesso portato piloti e team a drogarsi o ad acquistare e vendere gare, qualcosa che gli addetti ai lavori dicono che accade molto meno di una generazione fa.

Il gruppo di oggi è un posto più pulito e sportivo con stipendi più alti, il che significa che c’è meno tentazione o ragione di drogarsi o di vendere una gara perché i corridori hanno già contratti ad alto reddito.

Se un pilota viene pagato allo stesso modo, indipendentemente dal fatto che sia drogato o meno, a differenza del passato quando il pilota avrebbe effettivamente ricevuto più alto stipendi se avessero accettato di drogarsi – e molte squadre stanno implorando i loro corridori di non imbrogliare, l’argomento è che i corridori hanno meno incentivi a drogarsi e il gruppo di oggi è più pulito di prima.

I professionisti di oggi gareggiano la metà del numero di giorni di gara, o anche meno, di quanto avrebbe gareggiato un professionista di alto livello una generazione fa o giù di lì. Fino all’inizio del secolo, i ciclisti pubblicavano da 90 a 120 giorni di gara all’anno, oltre a dozzine di altri criteri e gare fuori stagione su pista e ciclocross. Al contrario, Pogačar ha corso 61 giorni nel 2021.

In generale, nel gruppo di oggi i corridori corrono meno e vengono pagati di più, e la salute generale del gruppo è migliore per questo.

I motociclisti gareggiano meno e sono pagati più che mai

Jumbo-Visma ha vinto il maggior numero di squadre durante il Tour de France 2022. (Foto: THOMAS SAMSON/AFP via Getty Images)

Quindi questo ci riporta al montepremi del Tour. Quanto costa e cosa significa?

Tra i WorldTour, la vincita del Tour è di gran lunga la più grande. Il Giro d’Italia e la Vuelta a España pagano rispettivamente circa la metà di ciò che il Tour condivide con il gruppo.

Chi paga il premio in denaro? Gli organizzatori della gara. Prendono una fetta delle loro entrate operative totali e ne dedicano una parte a premi in denaro. Lo statuto dell’UCI e del WorldTour ha anche linee guida per i premi minimi in denaro in tutte le gare principali e le squadre ricevono anche pagamenti diretti dall’ASO e camere d’albergo gratuite durante la gara.

È in corso un dibattito su come gli organizzatori di gare come ASO e RCS Sport come i flussi di reddito come diritti TV e zone VIP e la carovana pubblicitaria dovrebbero essere suddivisi in modo più equo tra squadre e piloti, ma allo stato attuale, gli organizzatori della gara detengono tutto il fiches restituite.

Leggi anche: Il salario delle donne rimane una frazione di quello che guadagnano i migliori uomini

I migliori ciclisti maschi oggi guadagnano più soldi che mai nel ciclismo professionistico. Corrono meno e sono pagati più di qualsiasi generazione prima di loro.

Ciò che non è cambiato è che non c’è ancora molta precarietà del lavoro, poiché gli sponsor delle squadre possono svanire in un istante o un infortunio può significare la fine di una carriera in un brutto incidente. La maggior parte dei contratti dura da due a tre stagioni, con una fetta relativamente grande in base a contratti di un anno, anche se alcune grandi star come Egan Bernal o Pogačar stanno firmando contratti di cinque anni.

Le squadre stanno dando la caccia a piloti più giovani ed economici e spendono soldi per svilupparli internamente con la speranza di scoprire il prossimo Tom Pidcock o Jonas Vingegaard che gareggiano in qualche squadra di terzo livello. Le migliori squadre hanno una visione più ampia e stanno costruendo i loro elenchi nel corso di diversi anni, invece di assumere e sparare con pistole a noleggio.

Le squadre principali ora hanno talent scout a tempo pieno, e direttori sportivi e manager si affidano a Strava e ai loro contatti nelle file junior e nelle federazioni nazionali alla ricerca del prossimo diamante grezzo.

Il ciclismo non sta producendo molti milionari, non allo stesso livello dei migliori sport da stadio, ma per lo sport relativamente di nicchia che è, fonti confermano che ci sono circa 50 corridori con contratti annuali da un milione di dollari all’interno del WorldTour maschile . Probabilmente sono uno o due per squadra del WorldTour, con squadre di grandi dimensioni come Ineos Grenadiers o UAE Team Emirates che hanno fino a una mezza dozzina di rispettivi libri paga.

Conviene essere un ciclista professionista?

Gli stipendi sono più grandi e più profondi che mai. Il montepremi non conta più come una volta, ma è comunque una bella ciliegina sulla torta alla fine di un duro Tour de France.

Leave a Comment