Qualifiche GP d’Ungheria: George Russell conquista la pole a sorpresa per la Mercedes davanti alle Ferrari

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

George Russell supera incredibilmente entrambe le Ferrari conquistando la pole position al Gran Premio d’Ungheria

George Russell supera incredibilmente entrambe le Ferrari conquistando la pole position al Gran Premio d’Ungheria

George Russell ha sbalordito il duo Ferrari Carlos Sainz e Charles Leclerc conquistando la prima pole position della sua carriera in Formula 1 al Gran Premio d’Ungheria.

Sainz sembrava aver battuto il compagno di squadra Ferrari Leclerc alla pole, ma Russell – dietro di loro in pista – è riuscito a strappare una pole position che sembrava estremamente improbabile.

Nel frattempo, la Mercedes ha lottato per tutte e tre le sessioni di prove libere del fine settimana.

Il leader del campionato del mondo Max Verstappen era 10° dopo che un problema di alimentazione gli aveva fatto interrompere il suo ultimo tentativo su un giro secco, mentre la sofferenza della Red Bull è stata aggravata dall’uscita dalla Q2 per Sergio Perez, che partirà 11°.

Lando Norris si è assicurato un posto in seconda fila per la McLaren davanti agli alpini di Esteban Ocon e Fernando Alonso, mentre Lewis Hamilton è riuscito a gestire solo il settimo posto poiché un problema con il DRS lo ha visto interrompere anche il suo ultimo giro volante.

Guarda a bordo come Russell conquista la sua prima pole in F1.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Guarda a bordo come Russell conquista la sua prima pole in F1.

Guarda a bordo come Russell conquista la sua prima pole in F1.

La griglia a sorpresa prepara domenica una gara potenzialmente emozionante. Russell cercherà la sua prima vittoria in F1. La Ferrari sta cercando di ridurre il vantaggio di 63 punti detenuto da Verstappen, che senza dubbio avrà dei progetti per tornare in campo.

“Sono al settimo cielo, assolutamente entusiasta”, ha detto Russell.

“Voglio dire, ieri è stato probabilmente il nostro peggior venerdì della stagione e abbiamo lavorato così duramente e non sapevamo in che direzione andare”.

Per tutto il sabato erano previste forti piogge e temporali, ma dopo un’ultima sessione di prove libere bagnata, la pioggia è rimasta lontana per le qualifiche.

Dato che l’unica corsa sull’asciutto che le squadre avevano fatto venerdì era sotto l’intenso sole di Budapest, le condizioni asciutte ma fresche per le qualifiche significavano che c’era molto mistero nella sparatoria di sabato pomeriggio.

La Ferrari era sembrata più veloce della Red Bull – e di tutte le altre vetture – durante le prove libere, ma è stata la Mercedes a battere la classifica con Hamilton davanti a Russell in Q1 e Verstappen più veloce in Q2.

Anthony Davidson analizza i giri più veloci di George Russell e Carlos Sainz in qualifica, che hanno visto il pilota Mercedes conquistare la pole position.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Anthony Davidson analizza i giri più veloci di George Russell e Carlos Sainz in qualifica, che hanno visto il pilota Mercedes conquistare la pole position.

Anthony Davidson analizza i giri più veloci di George Russell e Carlos Sainz in qualifica, che hanno visto il pilota Mercedes conquistare la pole position.

Tuttavia, quando è arrivato il momento del via nella Q3, la Ferrari sembrava trovare il proprio ritmo, con Sainz in testa a Leclerc dopo le prime due manche negli ultimi 12 minuti.

Sembrava che fosse ancora così quando Sainz ha battuto Leclerc nella seconda manche, ma Russell ha poi realizzato il giro perfetto per assicurarsi la prima pole position della sua squadra di quella che è stata una stagione estremamente impegnativa.

Il passo di gara della Mercedes è gradualmente migliorato nel corso della stagione, con il GP di Francia dello scorso fine settimana che ha portato il primo doppio podio della stagione, e mentre la Ferrari sarà fiduciosa di rivedere il britannico, una prima vittoria stagionale per Silver Arrows non può essere esclusa.

“Lo faremo assolutamente”, ha aggiunto Russell. “Ma in ogni caso quello è stato un giorno speciale, senza dubbio.”

La gara di domenica è in diretta su Sky Sports F1 alle 14, con allestimento a partire dalle 12:30.

Qualifiche GP d’Ungheria: Top 10
1) George Russell, Mercedes
2) Carlos Sainz, Ferrari
3) Charles Leclerc, Ferrari
4) Lando Norris, McLaren
5) Esteban Ocon, alpino
6) Fernando Alonso, alpino
7) Lewis Hamilton, Mercedes
8) Valtteri Bottas, Alfa Romeo
9) Daniel Ricciardo, McLaren
10) Max Verstappen, Red Bull

Cosa è successo a Verstappen e Hamilton?

I rivali del Campionato del Mondo dell’anno scorso sono stati lasciati con frustrazioni simili alla fine della sessione, entrambi con la sensazione che avrebbero potuto finire significativamente più in alto in griglia.

Verstappen sembrava aver trovato il suo miglior passo del fine settimana nelle prime fasi delle qualifiche, ma ha vacillato con il suo primo giro secco in Q3, che a quel punto era solo abbastanza buono per il settimo posto.

Questo non gli ha lasciato spazio per errori nella seconda manche, ma è stato perché, piuttosto che il pilota, ha fallito la Red Bull in questa occasione.

Max Verstappen dice che pensa che il problema di alimentazione di cui ha sofferto nella Q3 non sia grave.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Max Verstappen dice che pensa che il problema di alimentazione di cui ha sofferto nella Q3 non sia grave.

Max Verstappen dice che pensa che il problema di alimentazione di cui ha sofferto nella Q3 non sia grave.

L’olandese ha riferito durante il suo giro di uscita che stava soffrendo di un problema di alimentazione e il team non è stato in grado di risolverlo in tempo per lui per tentare un altro sforzo a tutta velocità.

Verstappen ha dichiarato: “Non credo che sia un grosso problema, ma qualcosa che non siamo riusciti a risolvere in pista. È molto sfortunato.

“Il cambio di rotta rispetto a ieri è stato fantastico. In un modo che è positivo rispetto a oggi, abbiamo capito cosa è andato storto, la macchina oggi era molto meglio in termini di maneggevolezza su una pista che non ci si addice molto”

Hamilton e Russell erano apparsi strettamente abbinati per tutto il fine settimana, quindi quando Russell ha tagliato il traguardo per prendere la pole provvisoria, l’attenzione si è naturalmente spostata su ciò che il sette volte campione del mondo avrebbe fatto.

Lewis Hamilton ha avuto un problema con il DRS durante le qualifiche, ma si è congratulato con George Russell per la sua prima pole in F1.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Lewis Hamilton ha avuto un problema con il DRS durante le qualifiche, ma si è congratulato con George Russell per la sua prima pole in F1.

Lewis Hamilton ha avuto un problema con il DRS durante le qualifiche, ma si è congratulato con George Russell per la sua prima pole in F1.

Ma a quel punto aveva interrotto il suo giro a causa di un guasto al DRS.

“Ho provato ad aprire il DRS e non si apriva, quindi è stato un po’ sfortunato”, ha spiegato Hamilton.

“Mi sentivo benissimo, la pole o la prima fila erano sicuramente lì. Sarebbe stato fantastico ottenere una prima fila per la squadra, ma queste cose succedono.

“Congratulazioni a George, ha fatto un lavoro fantastico e questo è un grande risultato per la squadra. Considerato tutto quello che abbiamo passato, è grandioso, quindi sono davvero felice per tutti”.

Perez sorprende l’uscita dalla Q2

Dall’esilarante dramma della Q3 è mancata la seconda Red Bull di Perez, uscito a sorpresa dalla Q2 dopo una strana serie di eventi.

Il messicano ha perso tempo dalla sua prima run della sessione dopo essere stato giudicato per aver violato i limiti della pista, solo per poi ripristinare il giro.

Anche se il giro non sarebbe stato abbastanza buono per farlo passare in ogni caso, sembrava aver creato confusione alla Red Bull, e quando è tornato in pista per un’altra corsa non è stato in grado di approvare sufficientemente, lamentandosi di essere stato trattenuto da Kevin Magnussen di Haas.

Grande sorpresa perché Sergio Perez non riesce a passare alla Q3.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Grande sorpresa perché Sergio Perez non riesce a passare alla Q3.

Grande sorpresa perché Sergio Perez non riesce a passare alla Q3.

Perez ha poi assistito dal box mentre è stato retrocesso all’11° posto nelle fasi finali, lasciandolo perdere la Q3 solo per la seconda volta in questa stagione.

“E’ stato molto sfortunato perché ho perso qualche decimo”, ha detto Perez. “Ho perso la Q3 per pochi centesimi (di secondo)”. Entrando in curva 2 ho perso molto con Kevin”.

Non è stata una grande giornata nemmeno per il team gemello della Red Bull AlphaTauri, con entrambe le loro vetture che si sono unite alle vetture Williams e Sebastian Vettel in uscita dalla Q1.

Sia Sebastian Vettel che Pierre Gasly non riescono a passare alla Q2 in Ungheria.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Sia Sebastian Vettel che Pierre Gasly non riescono a passare alla Q2 in Ungheria.

Sia Sebastian Vettel che Pierre Gasly non riescono a passare alla Q2 in Ungheria.

Ha aggravato un pomeriggio difficile per Vettel, che giovedì ha annunciato che si ritirerà dallo sport alla fine della stagione.

Il quattro volte campione del mondo è caduto con la sua Aston Martin durante le prove finali, lasciando la sua squadra a dover lavorare fino a pochi istanti prima dell’inizio delle qualifiche per preparare la macchina.

Tuttavia, il loro lavoro si è rivelato in gran parte vano, poiché il tedesco è uscito dalla Q1 per la quarta volta in cinque gare.

Timesheet di qualificazione per il GP d’Ungheria

Autista Squadra Volta
1) Giorgio Russel mercedes 1:17.377
2) Carlos Sainz Ferrari +0.044
3) Charles Leclerc Ferrari +0,190
4) Lando Norris McLaren +0.392
5) Esteban Ocon Alpino +0,641
6) Fernando Alonso Alpino +0,701
7) Lewis Hamilton mercedes +0,765
8) Valtteri Bottas Alfa Romeo +0,780
9) Daniele Ricciardo McLaren +1.002
10) Max Verstappen Toro Rosso +1.446
Fuori nel secondo trimestre
11) Sergio Perez Toro Rosso 1:18.516
12) Zhou Guanyu Alfa Romeo 1:18.573
13) Kevin Magnussen Haas 1:18.825
14) Passeggiata con lancia Aston Martin 1:19.137
15) Mick Schumacher Haas 1:19.164
Fuori nel Q1
16) Yuki Tsunoda Alfa Tauri 1:19.240
17) Alex Albon williams 1:19.256
18) Sebastian Vettel Aston Martin 1:19.273
19)Pierre Gasly Alfa Tauri 1:19.527
20) Nicola Latifi williams 1:19.570

.

Leave a Comment