Scott Redding torna sul podio al Most.

Più. Scott Redding (GBR) ha seguito il suo terzo posto nella gara della Superpole a Donington Park (GBR) assicurandosi un podio con la sua BMW M 1000 RR in una gara principale. Redding è stato costantemente in testa in gara uno a Most (CZE), dando a BMW Motorrad Motorsport e al BMW Motorrad WorldSBK Team motivo di festeggiare conquistando il terzo posto dopo 22 giri. Redding ha sottolineato questa buona prestazione assicurandosi il quarto posto in gara due domenica. La maggior parte ha ospitato il sesto round del FIM Superbike World Championship 2022 (WorldSBK).

Le sessioni di prove libere del venerdì hanno mostrato che Redding stava producendo il ritmo anche sulla BMW M 1000 RR a Most. Il pilota britannico ha fatto registrare il secondo miglior tempo della giornata. Sabato mattina è arrivato settimo in una Superpole molto combattuta, perdendo i primi tre per solo un decimo di secondo.

L’unico modo era salire per Redding da questa posizione in griglia. Ha giocato un ruolo chiave in un’emozionante battaglia tra i leader, mantenendo per qualche tempo il secondo posto. Alla fine è sceso di un posto nella fase conclusiva, ma è arrivato terzo assicurandosi il suo primo podio della stagione in una gara principale. Nella gara della Superpole di domenica mattina, Redding è caduto in qualche modo nella fase di apertura, ma ha lottato per finire ottavo nella gara sprint di dieci giri. Quella era la sua posizione di partenza per gara due ed era ancora una volta in lotta con il gruppo di testa. Redding è stato costretto a prendere un’uscita di emergenza al sesto giro, cosa che gli è costata del tempo e lo ha riportato in quinta posizione. Tuttavia, è stato in grado di riconquistare il quarto posto e di mantenere quella posizione fino al traguardo.

Nell’azione Bonovo del BMW Racing Team, Loris Baz (FRA) ha iniziato bene il weekend registrando il sesto tempo più veloce venerdì. Ha concluso undicesimo nella Superpole, in gara uno e nella gara della Superpole. Tuttavia, si è ritirato presto dalla top ten in gara due dopo essere caduto al quinto giro. Il suo compagno di squadra Eugene Laverty (IRL) stava ancora lottando con una compromissione funzionale del braccio destro infortunato al Most. È partito 20° in griglia, finendo 19° in gara uno e 18° nella gara della Superpole. Domenica pomeriggio Laverty ha poi deciso che il rischio di correre con il braccio indebolito sarebbe stato troppo grande e non ha preso parte a gara due.

Peter Hickman (GBR), in sostituzione dell’infortunato Michael van der Mark (NED) per il BMW Motorrad WorldSBK Team at Most, è migliorato in ogni sessione. È arrivato 22esimo nella prima gara dopo essere stato espulso nella prima fase e aver perso una notevole quantità di tempo. Ha tagliato il traguardo al 19° posto nella gara della Superpole e ha segnato due punti finendo 14° in gara due.

Il WorldSBK si prenderà ora una pausa estiva per le prossime settimane. Il settimo evento di gara della stagione si svolgerà dal 9 all’11 settembre a Magny-Cours (FRA).

Citazioni dopo la maggior parte delle gare.

Marc Bongers, Direttore BMW Motorrad Motorsport: “Nel complesso, è stato un weekend davvero molto positivo. È stato un weekend stabile e solido dalle FP1 alla fine di gara due. Certo, è stato un peccato che ieri nella Superpole eravamo a un decimo di secondo. Questo ci avrebbe portato al terzo posto in griglia. Naturalmente speravamo che il nostro ritmo ci aiutasse a finire più in alto. Tuttavia, Scott ha dato una prestazione superba per girare settimo sulla griglia in un podio, il che è stato fantastico. Nella gara della Superpole di oggi siamo partiti bene ma purtroppo siamo stati coinvolti nel caos e siamo caduti molto indietro, ma Scott ha fatto una prestazione da virtuoso portando la moto all’ottavo posto. L’inizio di gara due è stato nettamente migliore. Avevamo un ritmo di gara davvero stabile. Non è bastato per il podio, ma siamo molto contenti del quarto posto. C’erano anche due punti per Hicky. Sfortunatamente, Loris è caduto da gara due al termine di un buon fine settimana solido. Vorrei che Eugenio guarisse presto. Nonostante i piccoli problemi, è stato un weekend positivo che ha confermato i progressi fatti a Donington, soprattutto con il podio di sabato. Ora abbiamo una lunga pausa estiva, ma c’è ancora molto lavoro da fare. Verranno effettuati ulteriori test. Non vediamo l’ora di Magny-Cours”.

Scott Redding, BMW Motorrad WorldSBK Team (SP:7/R01:3/SP Race:8/R02:4): “Il fine settimana è stato davvero buono. È positivo che portiamo avanti i progressi di Donington. Era un grande punto interrogativo e lo abbiamo fatto qui. È stato fantastico ottenere il primo podio in una gara lunga. Questo è importante per me e per la squadra. Nella gara della Superpole abbiamo commesso un piccolo errore con la gomma. Siamo andati con la Zero, ma era al limite e la prima curva è stata un disastro, ma siamo stati bravi a rientrare e per l’ultima gara di questo pomeriggio mi sono sentito bene. Ho avuto un ottimo inizio. Ci sono stati dei contatti con i piloti che mi hanno fatto perdere un po’ il gruppo di testa. Il ritmo non era male, ma i primi tre ragazzi avevano un po’ più di me, ma sono contento dei progressi ed è quello che cerco per la seconda parte di questa stagione”.

Loris Baz, Bonovo Action BMW Racing Team (SP:11/R01:11/SP Race:11/R02:DNF): “Oggi non è stato sicuramente il mio giorno migliore. Ho provato alcune cose diverse per sentirmi più a mio agio nei posti in cui abbiamo perso tempo ieri. Ho provato anche un’opzione di pneumatici diversa, ma onestamente, niente ha fatto una grande differenza. Abbiamo provato qualcosa con l’elettronica in gara due e ha migliorato un po’ quei posti, ma ha peggiorato una curva e quindi ho perso molto al primo giro e poi mi sono sentito come ieri più o meno. Il ritmo era simile e ho solo cercato di spingere molto sui freni, il che avrebbe potuto aiutarmi ad andare più veloce. Ho provato a tornare alla Vergine, ma ho fatto un errore. Mi dispiace solo per la squadra, perché era grande. Sono contento di essere ok, ma la moto non lo era. Nel complesso, non è stato il nostro miglior weekend, sento di non aver giocato molto bene e di non aver trovato il giusto flusso su questa pista. Adesso abbiamo la pausa, recupererò un po’ e poi riproverò a Magny-Cours”.

Eugene Laverty, azione Bonovo BMW Racing Team (SP: 20 / R01: 19 / SP Race: 18 / R02: DNS): “Era di nuovo come Donington. La mia prestazione è stata molto al di sotto di ciò di cui sono capace e di ciò che la squadra merita. Ho di nuovo faticato un po’ con il braccio, ma insieme a Jan, il fisioterapista della squadra, venerdì pomeriggio abbiamo fatto un grande passo avanti. Abbiamo trovato qualcosa che mi ha permesso di guidare, ma lo stress di guidare una Superbike ha peggiorato le cose. Dopo la Superpole di oggi, il mio braccio non funzionava davvero correttamente, quindi abbiamo dovuto prendere la difficile decisione di non partecipare alla gara perché non era sicuro. Ora è il momento di risolvere questo problema in modo da poter tornare in buone posizioni”.

Peter Hickman, BMW Motorrad WorldSBK Team (SP: 21 / R01: 22 / SP Gara: 19 / R02: 14): “È stata una curva di apprendimento difficile fin dall’inizio, cosa che sapevo sarebbe stata, ma abbiamo fatto progressi ogni singola volta, il che è il più grande positivo per me. Ogni singola volta, anche nell’ultima gara, abbiamo avuto un intervallo di gara leggermente più veloce ed eravamo anche costantemente più veloci, il che è davvero positivo. Stavo inseguendo Nozane e stavo cercando di riprovare. Poi non so esattamente cosa sia successo nell’ultimo giro, ma alla fine ci hanno regalato un paio di posti, di cui non mi sono reso conto fino a quando non sono entrato. Il mio obiettivo per il fine settimana era quello di imparare il più possibile, aiutare la BMW il più possibile e cercare di fare punti. Siamo riusciti a farlo. La moto è stata tutta intera durante il weekend, non ci sono stati errori da parte mia o del team. Ho imparato molto e prenderò molto da questo fine settimana. Grazie a tutti in BMW che mi hanno dato l’opportunità di essere qui. Spero che si sentano come se avessi fatto un buon lavoro”.

.

Leave a Comment